Nuova ricerca

Annalisa FERRETTI

Professore Associato presso: Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche - Sede Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche

Insegnamento: Paleoclimatologia

Geoscienze, Georischi e Georisorse (D.M. 270/04) (Offerta formativa 2020)

Obiettivi formativi

Il Corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti per affrontare le problematiche classiche o i più recenti sviluppi della paleoclimatologia tramite la conoscenza degli elementi di base che regolano il funzionamento del sistema climatico attuale e dei proxies che consentono la ricostruzione degli ambienti e del clima del passato in un inquadramento cronologico definito.

Prerequisiti

Per l'accesso al corso non sono richiesti prerequisiti.

Programma del corso

Il clima oggi.
Il sistema climatico terrestre; circolazione oceanica superficiale e profonda, interazioni atmosfera-oceano.
I principali proxies per le ricostruzioni paleoclimatiche.
Aspetti biologici in paleoclimatologia: la dendrocronologia, i coralli, gli organismi planctonici.
Aspetti fisici in paleoclimatologia: la testimonianza dei ghiacci, l’analisi dei sedimenti.
La variabilità climatica nel passato.
Quale futuro ci attende?

Metodi didattici

Lezioni frontali. Vengono inoltre analizzati casi studio che prevedano la partecipazione attiva degli studenti mediante discussione di dati. Per specifici argomenti potranno essere mostrati filmati multimediali per evidenziare la connessione tra gli argomenti teorici trattati e le implicazioni reali negli studi paleoclimatici.

Testi di riferimento

Dispense del corso e selezionate letture che verranno suggerite durante il corso.

Notes from the teachers and selected readings that will be suggested during the course.

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento prevede un esame orale finale o la presentazione di un elaborato su una tematica specifica definita a priori insieme allo studente. Particolare attenzione viene posta agli aspetti concettuali e metodologici.
Nell’attribuzione del punteggio della prova verrà valutato il livello delle conoscenze teoriche acquisite (50%), della capacità di applicare le conoscenze acquisite (30%), dell'autonomia di giudizio (10%) e delle abilità comunicative (10%). Ciascuna abilità verrà valutata su argomenti o blocchi di argomenti diversi trattati durante il corso. La prova verrà infine valutata con un punteggio in trentesimi.

Risultati attesi

Conoscenza e capacità di comprensione: Tramite lezioni in aula, letture guidate, discussioni collegiali lo studente apprende i concetti di base della paleoclimatologia.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Tramite l’analisi di casi studio lo studente è in grado di applicare le conoscenze acquisite per la risoluzione di problematiche climatiche ed ecologiche, applicate al passato, e in previsione futura, di sistemi più complessi.
Autonomia di giudizio: Tramite le lezioni frontali e una costante discussioni di problematiche in classe lo studente acquisirà una consapevole autonomia di giudizio con riferimento alla valutazione e interpretazione critica di dati sperimentali.
Abilità comunicative: tramite costante attività di gruppo nella discussione dei dati proposti lo studente acquisirà adeguate competenze e strumenti per la comunicazione con riferimento all’ottenimento, elaborazione e presentazione dati in modo efficace e conciso; di esprimere i concetti appresi con linguaggio appropriato e di sostenere una discussione in merito agli argomenti trattati.
Capacità di apprendimento: le attività descritte consentono allo studente di acquisire gli strumenti metodologici per proseguire gli studi e per potere provvedere autonomamente al proprio aggiornamento.