Nuova ricerca

Tindara ADDABBO

Professore Ordinario presso: Dipartimento di Economia "Marco Biagi"

Insegnamento: Economia del lavoro e industriale

Relazioni di lavoro (D.M.270/04) (Offerta formativa 2021)

Obiettivi formativi

Il programma dell’insegnamento è stato sviluppato ipotizzando attività didattica in presenza. Potrebbe essere adattato in caso di variazioni collegate alla situazione pandemica.
Il corso mira a fornire gli strumenti analitici necessari a comprendere il funzionamento del mercato del lavoro (domanda e offerta di lavoro, equilibrio nel mercato del lavoro, fissazione dei salari) e ad analizzare il ruolo delle istituzioni in diversi contesti. Particolare attenzione viene attribuita alle trasformazioni del mercato del lavoro e alla disoccupazione (costi, modelli teorici e politiche per ridurla). Si discute inoltre l'impatto della Grande Recessione e della pandemia e il ruolo delle politiche pubbliche. Il corso mantiene un’attenzione costante ai modelli teorici e all’evidenza empirica consentendo un'analisi comparata del mercato del lavoro italiano e degli altri paesi. Il corso richiede la partecipazione attiva dei frequentanti.
Per gli obiettivi formativi si rimanda alla sezione relativa ai risultati di apprendimento attesi.
Nell'ambito della piattaforma dolly blended del Dipartimento di Economia Marco Biagi
https://dolly.blended.unimore.it
è istituita pagina dedicata al corso all'interno della quale oltre a materiali di supporto alla didattica (anche esercitazioni) è inserito un facsimile della prova d'esame

Prerequisiti

Sebbene non vi siano prerequisiti stabiliti per la frequenza del corso, si consiglia di riprendere i seguenti concetti:
Introduzione all’economia; domanda, offerta e determinazione del prezzo; Obiettivi macroeconomici, disoccupazione
Sloman, J. & Garratt, D. (2018) Elementi di Economia, Bologna, Il Mulino. https://www.pandoracampus.it/store/10.978.8815/338808
Introduzione [1.Il problema economico 2. Come si suddivide la materia]
Capitolo 1 Mercati, domanda e offerta [1. La domanda; 2. L’offerta; 3. La determinazione del prezzo] Capitolo 7 Problematiche macroeconomiche [1.Obiettivi macroeconomici; 4. Disoccupazione]

Programma del corso

Definizioni e tendenze della partecipazione al lavoro; modello individuale di offerta di lavoro; offerta di lavoro nell’ambito della famiglia; effetto della tassazione sull’offerta di lavoro; l’offerta di lavoro nel ciclo vitale, l’offerta di lavoro nel ciclo economico, produzione della famiglia, natalità e occupazione, analisi empiriche sull’offerta di lavoro (Borjas: Cap.1 e 2). Ore di didattica: 16 CFU 2
Teoria statica e teoria dinamica della domanda di lavoro. Analisi empirica. (Borjas: Cap.3). Ore di didattica: 8. 1 cfu
Equilibrio nel mercato del lavoro in concorrenza perfetta e in concorrenza imperfetta. Immigrazione e mercato del lavoro.(Borjas: Capitolo 4 (4.1,4.2,4.3, 4.4, 4.5, 4.7, 4.8, 4.9); Zaiceva & Zimmermann (2008,2016)). Ore di didattica: 8. 1 CFU
La determinazione del salario e dell’occupazione dal lato dell’offerta di lavoro. Ruolo dei sindacati. Meccanismi contrattuali. Contrattazione collettiva. (Borjas: Capitolo 10). Ore di didattica: 8. 1 cfu
La determinazione del salario e dell’occupazione dal lato della domanda di lavoro. Retribuzione e incentivi, salari di efficienza, turnover. (Borjas: Capitolo 11). Ore di didattica: 8. 1 cfu
Discriminazione salariale: modelli teorici, misurazione e suggerimenti di policies (Borjas: Cap.9). Ore di didattica: 12.
Disoccupazione: indicatori, modelli teorici ed effetto delle politiche economiche e del lavoro. (Blanchard, Amighini & Giavazzi, 2016, Capitolo 7 e materiali integrativi ISTAT, Eurostat, OECD, Banca d'Italia). Ore di didattica: 12
Discriminazione salariale e disoccupazione (3 cfu).
Il corso si conclude con un modulo monografico dedicato alla Quarta rivoluzione industriale. Verranno esaminati i principali effetti della digitalizzazione sui livelli di occupazione, le condizioni e la qualità del lavoro in riferimento alla letteratura teorica e empirica. Particolare attenzione verrà dedicata al caso italiano. I principali testi di riferimento vengono indicati di seguito. Su questo tema le ora di didattica saranno 24 (3 crediti).

Metodi didattici

Il corso prevede didattica frontale attuata con metodi di insegnamento volti a stimolare la partecipazione attiva degli studenti e delle studentesse, si svolge in modalità blended e prevede la sperimentazione per parte del corso di tecniche didattiche volte a favorire l'acquisizione di competenze trasversali (team based learning). Il principale testo di riferimento del corso contiene proposte di esercizi al termine di ogni capitolo. Agli studenti è richiesto lo svolgimento di esercizi una volta completato lo studio individuale e in classe dei singoli argomenti. Durante il corso sono svolte esercitazioni in classe richiedendo la partecipazione attiva dei frequentanti per potere migliorare la capacità individuale di autovalutazione ma anche per potenziare la capacità di lavoro di squadra invitando i partecipanti alle esercitazioni al confronto rispetto alle esercitazioni svolte. Lo stesso confronto e partecipazione viene richiesto nel corso delle lezioni fornendo continuamente stimoli per migliorare l'apprendimento e prepararsi in modo adeguato alla prova d'esame. Sono inoltre stabiliti dai docenti orari di ricevimento sia in ufficio che a distanza nel corso dei quali si consente un confronto individuale o di gruppo. I docenti aggiornano regolarmente una pagina dolly dedicata al corso all'interno della quale sono inseriti gli argomenti trattati lezione per lezione (al fine di consentire a chi segue un costante aggiornamento dei materiali trattati e a chi non avesse possibilità di frequenza continua di tenersi al passo con lo svolgimento del corso) e sono allegati eventuali materiali didattici integrativi e riferimenti bibliografici aggiuntivi per eventuali approfondimenti. Sono inoltre allegati testi di esercizi, facsimile prova d'esame e, al termine dello svolgimento delle esercitazioni, le correzioni degli esercizi assegnati e del facsimile della prova d'esame.

Testi di riferimento

Prima parte del Corso (primo semestre):
- Borjas,G.J. (2010) Economia del lavoro. Edizione italiana a cura di Del Boca, A.; Del Boca, D., Cappellari, L. e Venturini, A. (a cura di), Milano, Francesco Brioschi Editore, Capitoli 1,2,3,4, 9, 10, 11.

- Blanchard, Amighini & Giavazzi (2020) 'Il mercato del lavoro', Capitolo 7 in Blanchard, Amighini & Giavazzi
(2020) Macroeconomia una prospettiva europea, Bologna, Il Mulino.
- Sen, A. (1997), “L’occupazione: le ragioni di una priorità” in Ciocca, P. (a cura di) Disoccupazione di fine secolo, Torino, Bollati Boringhieri, Cap.I, pp.3-20. 

Materiale didattico integrativo
:
- Zaiceva and Zimmermann “Scale, Diversity and Determinants of Labour Migration in Europe”, Oxford Review of Economic Policy, 2008, 24 (3): 428-452.
- Zaiceva and Zimmermann “Returning Home at Times of Trouble? Return Migration of EU Enlargement Migrants during the Crisis”. In: Kahanec, M, and Zimmermann, K.F. (Eds.), Labor Migration, EU Enlargement, and the Great Recession, 2016, Springer: Berlin, et al: 397-418.
Sono commentati dati sul mercato del lavoro di fonte ISTAT, Eurostat, OCSE e Banca d’Italia. Si forniscono inoltre indicazioni su articoli su rivista, seminari, conferenze e workshop su argomenti trattati durante il corso.

Quarta rivoluzione industriale e lavoro (Secondo semestre)

Letture/Readings
Temi generali

R.B Baldwin (2020), Rivoluzione globotica. Globalizzazione, robotica e futuro del lavoro, Bologna, Il Mulino

La digitalizzazione delle imprese in Italia
(The digitisation of enterprises in Italy)

S. Paba, G. Solinas, L. Bonacini, e S. Fareri (2020). “Robot, IC e globalizzazione: gli effetti sui sistemi locali del lavoro in Italia”, in L’Industria, XLI, n.1, pp. 55-84 (ISSN0019-7416; e-ISSN 1973-8137).
S. Fareri, V. Giordano e G. Solinas (2019). “La maturità digitale delle imprese in Emilia-Romagna ─ Primi risultati” in Rapporto sull’economia regionale 2019, Unioncamere e Regione Emilia-Romagna, pp.141-169, http//:www.ucer.camcom.it; http://.imprese.regione. emilia-romagna.it.


Digitalizzazione, sostituzione dei lavoratori e livelli di occupazione
(Digitisation, worker substitution and employment levels)
D.H. Autor (2015). “Why Are There Still So Many Jobs? The History and Future of Workplace Automation”, Journal of Economic Perspectives, vol. 29, n. 3, Summer, pp. 3-30.
S. Paba e G. Solinas (2018). “In Favour of Machines (But not Forgetting the Workers), in E. Ales, Y. Curzi, T. Fabbri, O. Rymkevith, I. Senatori e G. Solinas, a cura di, Working in Digital and Smart Organizations – Legal, Economic and Organizational Perspectives on the Digitalization of Labour Relations, Palgrave-Macmillan, pp. 39-64 (e-book 978-3-319-77329-2; 978-3-319-77328-5).

Digitalizzazione, qualità e condizioni di lavoro
(Digitisation, quality of work & working conditions)
D. Fontana, S. Paba e G. Solinas (2020). “Working conditions and quality of work in the digitized factory” in M.C. Marcuzzo, A. Palumbo e P. Villa (eds), Economic Policy, Crisis and Innovation: Beyond Austerity in Europe, London, Routledge, pp. 219-232. (ISBN: 9780367260293).
D. Fontana e G. Solinas (2020). “Qualità del lavoro nell’industria digitalizzata: risultati di una ricerca empirica”, in Sociologia del lavoro, n. 158, pp. 74-95. (ISSN 0392 5048; ISSNe 1972 554x, DOI: 103280/SL2020-158004).


Verifica dell'apprendimento

Modalità di valutazione
: Per i primi 9 cfu la prova si svolgerà in Laboratorio informatico e sarà così composta: 8 domande a scelta multipla (2 punti ciascuna se corretta) e 2 domande aperte (8 punti ciascuna se corretta).Il punteggio complessivo 32/30 consente di premiare gli studenti che riportano un punteggio complessivo superiore a 30 con la lode. Durata: 40 minuti.
I medesimi criteri di valutazione verranno usati per la valutazione dell'apprendimento inerenti il modulo monografico dedicato alla digitalizzazione dei processi lavorativi.
Un facsimile della prova d'esame viene proposto al termine delle lezioni e inserito nella pagina dolly blended dedicata al corso.
La media ponderata sulla base dei cfu delle due parti formerà il voto complessivo.
I risultati delle prove saranno comunicati non oltre i 10 giorni dalla prova stessa.
Chi partecipa alla sperimentazione didattica TBL potrà ottenere 3 punti bonus da utilizzare entro il termine della sessione invernale.

Risultati attesi

Conoscenza e comprensione: Attraverso studio individuale, lezioni frontali e esercitazioni si apprenderanno concetti cardine e linguaggio utilizzato nell'economia del lavoro e industriale richiamando anche le conoscenze di base di micro e macroeconomia per la comprensione del funzionamento del mercato del lavoro. Il percorso di studi consentirà quindi di analizzare l'impatto delle politiche economiche e del lavoro e i modelli di riferimento per la comprensione del comportamento di imprese e lavoratori nell'interazione con le diverse istituzioni in un'ottica comparata internazionale e interdisciplinare.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: L'acquisizione e il consolidamento delle competenze di economia del lavoro e industriale attraverso la pratica nel corso consentiranno a studenti e studentesse di poterle comprendere e applicare sia nell'ambito di attività di ricerca in economia del lavoro e industriale che nell'ambito di altri sbocchi professionali propri del corso richiedenti una base economica e la conoscenza del comportamento degli agenti economici e del funzionamento del mercato del lavoro all'interno del quale l'ente presso il quale il laureato/a presterà la propria attività professionale si inserisce.
Autonomia di giudizio: Lo stimolo a partecipare attivamente alle lezioni ed esercitazioni durante il corso e la preparazione alla prova d'esame svilupperanno autonomia di giudizio nell'applicazione dei modelli teorici, valutazione di impatto delle politiche del lavoro e l'analisi dell'evidenza empirica.
Abilità comunicative: La discussione costante svilupperà le abilità comunicative dei partecipanti messe inoltre alla prova nella prova scritta con domande aperte.
Capacità di Apprendimento: I materiali didattici utilizzati, il sistema di indicatori sul mercato del lavoro e il riferimento a rapporti statistici e alla ricerca delle banche dati per l'aggiornamento costituiranno un utile riferimento per continuare autonomamente lo studio dell'economia del lavoro e la sua applicazione.