Nuova ricerca

Eugenio CAPERCHIONE

Professore Ordinario presso: Dipartimento di Economia "Marco Biagi"


Home | Curriculum(pdf) | Didattica |


Pubblicazioni

2019 - Editorial: Innovations in public sector financial and management accounting—for better or worse? [Articolo su rivista]
Caperchione, Eugenio; Cohen, Sandra; Manes-Rossi, Francesca; Brusca, Isabel
abstract

Stock-taking is an important accounting process. After 35 years of public sector accounting reforms that touch upon different dimensions of public sector financial management, now is the time to take stock of changes attempted, those that materialized and the innovations therein, and to learn from best practices.


2019 - Financial Sustainability of Public Sector Entities. The Relevance of Accounting Frameworks [Monografia/Trattato scientifico]
Caruana, Josette; Brusca, Isabel; Caperchione, Eugenio; Cohen, Sandra; Manes Rossi, Francesca
abstract

The theme of this book centres around the role of public sector accounting frameworks in the endeavour to make public sector entities financially sustainable. The overall objective of the book is to analyse the role of public sector accounting in the provision of information that would assist financially sustainable policy making, with a focus on the relevance of accounting frameworks in this process. In this book, the term accounting frameworks is taken to encompass budgeting, management accounting, financial reporting, and other reporting requirements, for example, Governmental Financial Statistics. Besides analysing the suitability of current accounting frameworks for financial sustainability of public sector entities, the book also delves into emerging forms of reporting, for example, popular reporting and integrated reporting, which may also be considered by policy makers, standard setters, and managers of public sector entities as tools suitable to make citizens aware of the financial condition of a local government. Financial sustainability in public administrations


2018 - Financial Management and Public Sector Accounting in an Age of Reforms: Developments and Changes in Public Sector Financial Management [Capitolo/Saggio]
Manes Rossi, F.; Caperchione, E.; Cohen, S.; Brusca, I.
abstract

The chapter discusses the recent multifaceted developments in public sector financial management and in particular the contribution of the permanent study group (PSG) XII in the debate regarding the reforms and the innovations occurring at all governmental levels and different public sector organizations. Guiding the reader through the journey of the PSG, the chapter outlines the key challenges that future studies dealing with public sector financial management will be called to envisage. In parallel, it focuses on the harmonization of governmental accounting systems towards IPSAS or EPSAS and national accounts in Europe by shedding light on the existing situation and the imminent trends.


2018 - IPSAS, EPSAS and Other Challenges in European Public Sector Accounting and Auditing [Capitolo/Saggio]
Brusca, Isabel; Caperchione, Eugenio; Cohen, Sandra; MANES ROSSI, Francesca
abstract

Accounting and budgeting systems at all government levels and public sector entities in Europe have undergone substantial reforms under the New Public Management paradigm and a great variety of accounting and audit practices have been implemented in governments and public sector entities throughout Europe. As a consequence, the harmonization of public sector accounting in European Union Member States has been introduced into the EU political agenda. The chapter aims to synthetize the state-of-the-art in public sector accounting, budgeting, and auditing in some European countries while in parallel to take stock of the main challenges that public sector accounting faces in Europe. Moreover, it intends to critically evaluate the development of the European Public Sector Accounting Standards (EPSAS) as a tool for the harmonization of public sector accounting in Europe.


2018 - Local government administration systems and local government accounting information needs: is there a mismatch? [Articolo su rivista]
Cohen, Sandra; Manes Rossi, Francesca; Caperchione, Eugenio; Brusca, Isabel
abstract

After several years of reforms inspired by the New Public Management approach, public sector accounting and performance measurement systems continue to differ among countries. Based on previous literature and data collected through a questionnaire, we perform an exploratory study on the relations between local government administrative systems and local government accounting information needs in a sample of European countries characterized by a legalistic orientation. Our results reveal that there is a frequent mismatch between the needed accounting and performance measurement information for internal and external purposes assessed on the basis of the administrative system in place and the accounting information and performance measurement information required by the law for decision-making and accountability. Moreover, as the results reveal, legislation in European local governments only sporadically stipulates the information suitable to satisfy the information needs created by the different levels of financial and organizational autonomy of local government administration systems to be available.


2018 - L’armonizzazione contabile nelle pubbliche amministrazioni in una prospettiva internazionale [Monografia/Trattato scientifico]
Manes Rossi, Francesca; Caperchione, Eugenio
abstract

L’armonizzazione contabile nelle amministrazioni pubbliche è un tema ampiamente e lungamente dibattuto in dottrina, attualmente al centro dell’attenzione dei decisori europei. L’enfasi sulle tematiche legate all’applicazione dei principi contabili internazionali e, negli ultimi anni, al progetto di sviluppo degli European Public Sector Accounting Standards (EPSAS) rischia tuttavia di distogliere l’attenzione dai bisogni informativi tipici delle amministrazioni pubbliche e dei loro stakeholder. Il volume presenta, anche attraverso analisi comparate rispetto all’applicazione di alcuni principi contabili internazionali, gli aspetti di maggiore rilievo in questo percorso verso l’armonizzazione contabile, tanto richiamata dagli studiosi quanto poi, di fatto, negata o ridotta a mera standardizzazione nella prassi. La prospettiva europea, che accomuna le ricerche svolte nei diversi capitoli, fa emergere con chiarezza la rilevanza del tema e l’articolazione degli interessi in gioco e, conseguentemente, la difficoltà di convergere su soluzioni effettivamente condivise. Al di là della retorica, non è affatto chiaro se e come si arriverà ad una reale armonizzazione.


2017 - Innovation in Public Sector Accounting [Voce in Dizionario o Enciclopedia]
Caperchione, Eugenio
abstract

Public sector accounting and financial management have seen a continuous introduction of new techniques, methods, documents, processes in many countries over at least the last thirty years.The next section gives an This entry gives account of the most common innovations introduced in the most affluent countries. The differentiation of paths is then discussed. We then move to evaluate the outcome of the reforms. The final section sheds then light on some challenges currently facing politicians, practitioners and scholars.


2017 - Public sector reforms and public private partnerships: Overview and research agenda [Articolo su rivista]
Caperchione, Eugenio; Demirag, Istemi; Grossi, Giuseppe
abstract

The purpose of this editorial paper is to introduce the special issue and outline its major themes. This special issue of Accounting Forum aims to stimulate interdisciplinary and critical research on public sector reforms, particularly in the context of Public Private Partnerships and other public sector organisations. The editorial also seeks to provide a research agenda and new directions for more research in the field, considering the ambiguities of this hybrid organisational forms and the complexity of accounting and accountability reforms.


2016 - Answer to the book review on “Public Sector Accounting and Auditing in Europe. The Challenge of Harmonization”, by Isabel Brusca, Eugenio Caperchione, Sandra Cohen and Francesca Manes Rossi (Governance and Public Management Series, Palgrave Macmillan, 2015) [Articolo su rivista]
Brusca, Isabel; Caperchione, Eugenio; Cohen, Sandra; Manes Rossi, Francesca
abstract

The authors comment and give answers to the thorough review of their co-edited book conducted by Marion Boisseau in this same volume.


2016 - Editorial: Innovations in public sector financial management [Articolo su rivista]
Caperchione, Eugenio; Brusca, Isabel; Cohen, Sandra; Manes Rossi, Francesca
abstract

This special issue of the International Journal of Public Sector Performance Management aims to contribute to this area of research. It intends to study innovations already put into action, as well as the consequences, both planned and unintended, of the reforms implemented at different organizational and governmental levels in public financial management. It also aims to shed light on the challenges and perspectives of future reforms.


2016 - Editorial: Politicians and accounting information—a marriage of convenience? [Articolo su rivista]
van Helden, Jan; Argento, Daniela; Caperchione, Eugenio; Caruana, Josette
abstract

We introduce here a special issue published by Public Money & Management in November 2016 on accounting information use by politicians. The theme originates from the 15th Biennial CIGAR Conference, held in Malta, in 2015. The research under this theme aims to explain the intensity and type of use of accounting information by politicians; that is, whether accounting information is used or not, and whether it is more used for rational rather than political purposes. The collected papers for this special issue seem to indicate that intensity and type of accounting use are dependent upon the interplay of two groups of variables. The first group of variables relates to the context in which accounting information is used. Context can, e.g., regard the level of conflict among politicians in a certain jurisdiction. One of the papers suggests that higher levels of political conflict give rise to more political ways of using accounting information. When the arena is extremely politicized, for example when newly elected politicians take over positions in the Executive from political opponents, accounting data could be manipulated to serve political ideals. The second group of variables regards the individual level of politicians, pointing to characteristics that may either hinder accounting information use, for instance suffering from information overload, or somehow make this use selective, e.g. a focus on information that belongs to the domain of interest of the politicians in question. Some papers also point to the interplay between these variables, that is, between individual circumstances (e.g. politicians in power or in opposition) and context (such as a shift in political power positions, or the extent of complexity of policy fields) for an understanding of politicians’ use of accounting information. The research seems to indicate that politicians are only interested in accounting information under specific circumstances, which circumstances also determine the way they use this information. This makes the link between politicians and accounting information resemble a marriage of convenience. The papers in this special issue suggest that accounting information use by politicians can be enhanced by, inter alia, increasing the required expertise through training; involving brokers to enrich the accounting information; or institutionalizing procedures for scrutiny of budgeting and reporting information. We hope that this PMM issue will inspire further research on the way in which politicians use accounting information in their roles as agenda setters, policy scrutinizers and supervisors of policy execution. We also hope that accountants and consultants preparing accounting information for politicians, take on board the research findings in this special issue for their work.


2016 - Harmonizing public sector accounting in Europe: thinking out of the box [Articolo su rivista]
MANES ROSSI, Francesca; Cohen, Sandra; Caperchione, Eugenio; Brusca, Isabel
abstract

A broad debate about the harmonization of public sector accounting standards in Europe is underway. We provide arguments in favour of harmonization but we also acknowledge the existing pluralism and diversity by taking stock of the state of the art in fourteen European countries. Our proposal, a stimulus for reflection for policymakers and standard setters, suggests that the benefits of harmonization can be obtained without obliging EU member countries to necessarily abandon their current public sector accounting systems.


2016 - Introduction: Le nœud gordien de la comptabilité du secteur public et le rôle des IPSAS [Articolo su rivista]
Manes Rossi, Francesca; Cohen, Sandra; Caperchione, Eugenio; Brusca, Isabel
abstract

La nécessité de parvenir à une comparabilité générale au niveau international, conjuguée à la demande de politiques budgétaires et économiques communes, ont donné lieu à une demande pour une nouvelle imputabilité dans les administrations publiques, visant à harmoniser différentes méthodes et différents systèmes comptables dans le but d'obtenir des rapports financiers comparables. Si un débat est en cours à propos du bien-fondé de l'harmonisation du secteur public, de ses effets, de ses avantages et de ses inconvénients, les IPSAS représentent une option d'harmonisation possible, soit sous leur forme actuelle, soit sous une forme partiellement modifiée, pour former un ensemble distinct de normes en vue de répondre à certains besoins.


2016 - Introduction: The Gordian knot of public sector accounting and the role of the International Public Sector Accounting Standards [Articolo su rivista]
Manes Rossi, Francesca; Cohen, Sandra; Caperchione, Eugenio; Brusca, Isabel
abstract

This symposium aims to discuss some experiences in the adoption of IPSAS and the challenges for the adoption of EPSAS, but also to propose a possible path for further research in public sector accounting. To this end, the contributions presented explore the reasons that led to the adoption of IPSAS and even accrual accounting, as well as examine different tools through the lens of international standards, in a critical approach.


2015 - Clara Caselli, “Sistema del valore e Sussidiarietà aziendale tra profit e nonprofit”, 2012 [Articolo su rivista]
Caperchione, Eugenio; Zuffada, Elena
abstract

Partendo da un contributo di Clara Caselli del 2012, avente a tema la sussidiarietà aziendale, e le implicazioni di questa per tutte le aziende, gli autori presentano il profilo scientifico della collega genovese recentemente scomparsa, la sua personalità, il suo ruolo come imprenditrice sociale


2015 - Introduction to a Symposium on New Challenges for Public-Sector Accounting: IPSAS, Budgetary Reporting, and National Accounts [Articolo su rivista]
Manes Rossi, Francesca; Jorge, Susana; Jesus, Maria Antónia; Caperchione, Eugenio
abstract

This special issue of the International Journal of Public Administration gathers a symposium of papers selected from those presented at the “European Group of Public Administration (EGPA)” Permanent Study Group XII Spring Workshop, happened in Lisbon in May 2014. The broad theme of the workshop—“New challenges for public-sector accounting: IPSASs, Budgetary Reporting, and National Accounts”—was chosen to promote the discussion on topics that are currently at the very heart of the worldwide debate concerning public-sector accounting (PSA) reforms, namely: Fiscal Policy and Budgetary Reporting, International Public Sector Accounting Standards (IPSASs) and Harmonization in PSA, Governmental Accounting and National Accounts, EPSASs and PSA in Europe, Accountability, and Consolidation. Indeed, nowadays an important debate exists within the EU about the adoption or adaptation of IPSASs (namely through European Public Sector Accounting Standards— EPSASs) by member states in order to get high-quality financial reporting by governments (European Commission, 2013; Manes Rossi, Aversano, & Christiaens, 2014). Given that the macroaccounting information (national accounts—NA), whose outputs are used to control and assess the Maastricht Treaty criteria, is derived from microaccounting (governmental accounting—GA), good-quality reporting systems for accounting at microlevel are demanded to assure debt and deficit data, among other, at accrual-based macroaccounting level (Jesus & Jorge, 2015).


2015 - Public Sector Accounting and Auditing in Europe: The Challenge of Harmonization [Monografia/Trattato scientifico]
Brusca, Isabel; Caperchione, Eugenio; Cohen, Sandra; MANES ROSSI, Francesca
abstract

The accounting systems of all levels of government in Europe have undergone substantial changes during the last 20 years, which have not always been communicated outside country boundaries in a timely manner. This book addresses that shortcoming. With contributions by 25 leading researchers, it discusses in detail the governmental accounting status quo in 14 European countries. The book presents in a concise, thorough and comprehensive way the public sector accounting, budgeting and auditing systems at all levels of government, followed by a comparative analysis of the governmental accounting systems discussed. The analysis is followed by a synthesis where the main similarities and differences among the governmental accounting systems are discussed. The book sheds therefore light on the challenges that are likely to be faced by European countries as they move towards adopting the European Public Sector Accounting Standards (EPSAS).


2014 - New development: Where there's a will, there's a way-acting beyond cutbacks [Articolo su rivista]
Eugenio Caperchione; Federica Salvatori; Elisabetta Benghi
abstract

A sustainable solution to the recent financial crisis requires a sea-change in governments' thinking, rather than just cutting expenses. Governments need to re-examine the managerial and cultural factors that lie beyond the crisis: the way budgets are prepared, the (lack of) strategic management, the limited room left for innovation, and excessive reliance on public entities for the solution of social problems.


2013 - L’harmonisation comptable des administrations publiques: une analyse comparée internationale [Articolo su rivista]
Caperchione E.; Mori E.
abstract

Nous examinons ici les raisons de l’harmonisation comptable et les tendances princi¬pales dans cinq pays européens (Allemagne, Suisse, Espagne, Italie, France). Chacun de ces pays s’est engagé à réformer les systèmes comptables des administrations pu¬bliques dans une logique d’harmonisation. Toutefois, les différentes harmonisations possibles n’ont pas encore été assurées : ni entre les différents pays, ni à l’intérieur de chaque pays ni encore entre les administrations publiques et les entreprises. Le chemin à faire paraît donc encore long. L’harmonisation, en fait, ne peut pas découler simple¬ment d’une révision des lois, il faut aussi concevoir une gestion très attentive du proces¬sus de changement.


2013 - The Primacy of, and Complexity of, Accounting for Government [Articolo su rivista]
Caperchione E.; Christiaens J.; Lapsley I.
abstract

This special issue is based on a selection of papers from the 13th CIGAR conference held at Ghent on May 2011. Previous research on government accounting (Lapsley (2000), Kurunmaki, Lapsley and Miller (2011)) has identified both the importance of accounting in government and the need for further work in a relatively neglected area of accounting research. In this special issue we identify current trends in research in this area and point to areas of potential research.


2012 - Introduction: Public sector accounting, IPSAS and performance management [Articolo su rivista]
E. Caperchione; S. Rocher
abstract

The current international accounting harmonization movement has extended to the public sector where more and more countries have already been or are going to be involved in the reform of their accounting system, based on the adoption of accrual accounting. This reform trend participates in a more global public sector reform, marked by the introduction of new public management.Parallel to this movement, based on the idea that high quality standards are necessary to enhance consistent financial reporting, the IPSAS Board, the international standard-setter of public accounting, engages in the development of international public sector accounting standards (IPSAS). This development constitutes a further step in the direction of the international convergence of financial reporting systems. This situation raises important questions, both for academics and practitioners. The articles included in this special issue on IPSAS present some of these questions.


2012 - L’armonizzazione contabile nella prospettiva internazionale [Articolo su rivista]
Caperchione Eugenio
abstract

This article examines various aspects of harmonization (aims, trends, actual experiences), with special reference to a panel of European countries (France, Spain, Germany and Switzerland). In each country significant reforms have been put in place. Although these actions have increased the level of harmonisation, they are proving unsuccessful in ensuring a thorough harmonisation in-side each country, between countries, between public and private entities.There still is a long way to go: harmonised accounting systems cannot be the immediate outcome of a new law or reform, but require a longer political process. Thus, unless international organisations succeed in taking the lead, the prospects of harmonisation may remain unpromising.


2012 - Rethinking the relationship between local government and financial markets [Articolo su rivista]
E. Caperchione; F. Salvatori
abstract

In the past 20 years local governments have increasingly looked to financial markets for capital financing. The markets want local governments to change their accounting systems and become more transparent, in order to offer information that is more appropriate to private sector investors. The authors argue that this approach is only a partial solution, and that local government and financial institutions would both benefit from changes in their relationships. The article identifies a double knowledge gap that needs to be filled if the public and private sectors want to work together as long-term financial partners.


2011 - Buenas practicas en la administracion publica – Perspectivas comparativas [Monografia/Trattato scientifico]
E. Caperchione
abstract

Nel volume sono raccolte alcune riflessioni sulla genesi, il consolidamento e la diffusione delle innovazioni nelle pubbliche amministrazioni


2011 - Introduction: International Governmental Accounting Research (CIGAR): Bridging Researching and Networking [Capitolo/Saggio]
S. Jorge; E. Caperchione; R. Jones
abstract

The article rehearses the state of the art in comparative international theorising in CIGAR, including a similar theory in public management and theorising that has drawn from the longer-standing work in business accounting. While doing this, the authors highlight the importance that networking has played. The final section discusses the value of the most common form of comparative work, namely country studies.


2011 - Making Comparisons in Government Accounting [Articolo su rivista]
E. Caperchione; I. Lapsley
abstract

This is the editors' foreword to a special issue of FAM based on a selection of papers from the 12th biennial Comparative International Governmental Accounting Research conference which was held in Modena in May 2009.


2009 - 12th biennial CIGAR conference. New Challenges for Public Sector Accounting [CONFERENZA] [Altro]
Caperchione, Eugenio
abstract

The Department of Business Studies of the Modena and Reggio Emilia University has the pleasure to invite you to the 12th CIGAR Conference that will be held in Modena on the 28th – 29th May 2009. Immediately before the main conference a Ph.D. Conference will be held (May 27th, 2009). It aims to encourage young researchers by providing them with sessions on methodology and by offering them a venue to present their research to other doctoral students and professors.A selection of papers from the CIGAR conference will be considered for publication in a special issue of “FINANCIAL ACCOUNTABILITY & MANAGEMENT”.This special issue will be edited jointly by Professors Eugenio Caperchione and Irvine Lapsley.


2009 - Un confronto internazionale: come altri Paesi europei hanno declinato il Patto di stabilità interno [Capitolo/Saggio]
Pattaro, Anna Francesca; Caperchione, Eugenio; A., Sancino
abstract

La necessità di rispettare i vincoli dettati dal Patto di Stabilità e Crescita (PSC) Europeo (1997) ha comportato non solo in Italia, ma anche negli altri Paesi dell’Unione Europea, una maggiore attenzione verso la situazione finanziaria delle amministrazioni locali che, pur non essendo ufficialmente chiamate in causa dal PSC nemmeno in caso di eventuali sanzioni, contribuiscono comunque all’equilibrio complessivo richiesto per il sistema delle amministrazioni pubbliche nazionali.Il presente capitolo analizza le scelte fatte nei paesi dell'Unione Europea in termini di coinvolgimento/responsabilizzazione degli enti locali, individuando diversi approcci alla formulazione dei relativi Patti di Stabilità nazionali concepiti per adempiere al PSC. L'analisi si è focalizzata in particolare sui Paesi che hanno scelto di adottare un Patto di Stabilità Nazionale che impegni non solo gli Stati Nazionali, ufficialmente impegnati dalla ratifica del PSC, ma anche i livelli amministrativi inferiori.Il capitolo presenta inoltre dei brevi studi di caso focalizzati sulle scelte di Patto di Stabilità nazionale svolte in Spagna ed in Austria, ed offre infine, a partire dall'analisi delle esperienze estere, degli spunti per il miglioramento del Patto di Stabilità Interno italiano .


2008 - Il posto delle politiche familiari nei bilanci comunali: qualche indicazione per le associazioni familiari [Capitolo/Saggio]
E. CAPERCHIONE
abstract

Il capitolo è dedicato ai bilanci comunali, ossia gli strumenti che a livello locale vengono utilizzati per assegnare le risorse finanziarie ai diversi gruppi di bisogni.Il capitolo è suddiviso in diversi paragrafi: nei primi 3 si discute attorno all’iter di approvazione e al contenuto del bilancio di previsione (§ 1), alla gestione, ossia alle operazioni svolte dall’Amministrazione in corso d’anno (§ 2) e al consuntivo, ossia il documento deputato a rendere ragione delle spese effettivamente sostenute nel corso del periodo amministrativo (§ 3).Gli ultimi due paragrafi servono come approfondimento: il § 4 richiama l’attenzione sulla difficoltà di estrapolare dagli schemi di bilancio il solo sostegno alle famiglie in disagio socio-economico, mentre il § 5 presenta alcune riflessioni sugli spazi d’azione attualmente disponibili per le Associazioni, nell’ambito della normativa vigente, e con riguardo all’esercizio di un ruolo di stimolo, negoziazione e vigilanza nell’ambito delle politiche familiari.


2008 - Tendenze in atto nel rinnovamento del sistema informativo-contabile delle Regioni [Capitolo/Saggio]
E. CAPERCHIONE
abstract

Il capitolo è dedicato al sistema informativo-contabile delle Regioni.Lo scritto si avvale dei dati raccolti, in Italia e all’estero, dall’unità di Modena e Reggio Emilia nell’ambito del Progetto di ricerca di interesse nazionale “Sistemi di rilevazione delle aziende regionali: teorie, metodi e principi contabili”.Si concentra l’attenzione su due aspetti critici, e segnatamente:- il ruolo del bilancio e degli altri strumenti contabili nel rapporto tra il Consiglio (o Assemblea legislativa) e la Giunta. La relazione tra l’organo di rappresentanza e quello di governo è in effetti cruciale per il buon funzionamento dell’ente Regione, specialmente dopo il passaggio all’elezione diretta del Presidente della Giunta, che ha certamente indebolito il Consiglio (Pitruzzella, 2002);- la posizione da tenere con riguardo alle spinte, molto forti in altri ambiti della pubblica amministrazione, ad introdurre un sistema contabile basato sul principio di competenza economica, sia a consuntivo (la cosiddetta contabilità economico-patrimoniale), sia in taluni casi anche a preventivo (accrual budgeting).Il capitolo è organizzato come segue.Dopo aver precisato nel seguente paragrafo l’oggetto di osservazione ed alcune sue peculiarità, il § 1.3 passa in rassegna i contributi più recenti di studiosi di economia aziendale aventi a tema il sistema informativo-contabile delle Regioni.I §§ 1.4 e 1.5 sono dedicati ai due temi forti dinanzi menzionati, ossia il rapporto Consiglio-Giunta e la contabilità economico-patrimoniale; su quest’ultimo punto l’orizzonte d'indagine è esteso ad altri Paesi.Il § 1.6 riassume i risultati acquisiti ed i suggerimenti di riforma; offre altresì, anche alla luce dei limiti della ricerca svolta, alcune indicazioni per approfondimenti dello studio.


2005 - Report on the International Public Management Network Research Conference in Rio de Janeiro, Brazil [Articolo su rivista]
PERLMAN B. J; E. CAPERCHIONE; VIRTANEN T.
abstract

The paper reports on the 2004 Conference of the International Public Management Network "Third Generation Reform in Brazil and Other Nations: Achieving Governmental, Social and Economic Realignment" . The author, a rapporteur at that Conference, offers his view about the critical elements presented by the different speakers, and recaps some suggestions aimed at ensuring a higher success of reform of whatever generation.


2005 - Sistema contabile e prospettive di riforma in Germania [Capitolo/Saggio]
E. CAPERCHIONE
abstract

Il capitolo tratta le riforme del sistema contabile pubblico in Germania, con particolare riguardo ai progetti pilota del Baden-Württemberg e del Nordreno-Vestfalia, e ai principi contabili in corso di predisposizione


2004 - Il governo e la gestione delle aziende pubbliche e private di servizio alla persona. Il processo di riforma delle IPAB [Monografia/Trattato scientifico]
E. CAPERCHIONE
abstract

Le Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza, che sin dal Medio Evo hanno rivestito un ruolo pressoché insostituibile nell’organizzare la risposta della società civile alle necessità di poveri, malati, emarginati e di molteplici gruppi di persone in stato di bisogno, rappresentano un soggetto fondamentale delle politiche sociali in Italia, con particolare riguardo alla produzione di servizi residenziali per anziani non autosufficienti o parzialmente autosufficienti. La loro rilevanza – e la loro legittimazione sociale – si sono però via via ridotte.Gli interventi legislativi del 2000-2001 costituiscono dunque un’occasione per ripensare ed aggiornare le modalità d’azione di queste istituzioni. Tutte le attuali IPAB, infatti, sono chiamate a trasformarsi in nuova azienda pubblica (Azienda pubblica di servizi alla persona) o in un soggetto a personalità giuridica privata (Associazione, Fondazione, Fondazione di partecipazione); il tutto secondo normative regionali, in parte già emanate e in parte in corso di emanazione.La trasformazione comporta ad evidenza una serie di importanti implicazioni strategiche, organizzative, sociali, di mercato ed economiche, sulle quali gli amministratori e dirigenti delle attuali IPAB sono chiamati a riflettere con grande attenzione.Quale che sia la scelta compiuta, è comunque importante introdurre nelle nuove aziende una forte attenzione agli aspetti aziendali, recuperando l’originario orientamento all’economicità di lungo periodo e adattandolo alla situazione odierna; altrettanto rilevante è rivedere ed aggiornare i meccanismi di governance.Il volume è strutturato in otto capitoli.Nel primo capitolo si ripercorre rapidamente la storia delle IPAB e si presentano alcuni dati quantitativi per cogliere la loro rilevanza all’interno della società italiana.Il secondo capitolo illustra gli elementi essenziali delle recenti normative e propone un confronto tra i modelli di intervento risultanti dalle legislazioni regionali. Il terzo capitolo è dedicato al processo di aziendalizzazione delle IPAB e chiarisce come la logica aziendale si debba applicare per gradi: essa non è infatti il portato dell’una o dell’altra forma giuridica, bensì il risultato di un lavoro di apprendimento.Nel quarto capitolo si concentra l’attenzione sul governo delle aziende, tema particolar-mente importante a motivo della relativa indefinitezza del concetto di “soggetto economico” o di stakeholder all’interno di questo tipo di istituzioni.I capitoli successivi affrontano il tema della gestione all’interno delle nuove aziende. Si analizzano pertanto i processi economici, tendenzialmente comuni alle aziende derivanti dalle IPAB, siano esse giuridicamente pubbliche o private. Ci si concentra sulle scelte organizzative e di gestione del personale (capitolo 5), sul problema del mantenimento dell’equilibrio economico (capitolo 6), sul sistema contabile (capitolo 7). Le nuove aziende dovranno infatti adottare un sistema di contabilità economico-patrimoniale (c.d. partita doppia) ed affrontare una non facile transizione, sulle modalità della quale il testo fornisce una serie di indicazioni di ordine tecnico.Il capitolo 8 è infine dedicato ad un elenco ragionato di suggerimenti ai decisori ed agli operatori per gestire con successo il processo di trasformazione.


2003 - I processi di riforma dei sistemi contabili pubblici in Germania [Articolo su rivista]
E. CAPERCHIONE
abstract

L'articolo illustra i caratteri salienti del processo di ripensamento dei sistemi di rilevazione sperimentato e introdotto nella Repubblica federale tedesca a partire dagli enti locali. Dopo una breve illustrazione del sistema contabile tradizionale, vengono illustrate le proposte di riforma, e si chiarisce la rilevanza del ruolo dei progetti pilota. In conclusione si fornisce un quadro delle tendenze emergenti.


2003 - Local government accounting system reform in Italy: a critical analysis [Articolo su rivista]
E. CAPERCHIONE
abstract

In 1995 the Italian Parliament passed a measure that introduced some significant innovations in the accounting system of Italian local governments. According to their promoters, these innovations should have improved the overall quality of decisions and increased public efficiency, thanks to the availability of targeted and reliable economic information. At the same time, Municipalities and Provinces should have implemented – in accordance with the trends currently emerging in the leading Western countries – an accrual-based accounting system, that should have led to assessing with fuller knowledge of the facts whether local governments are managed by considering intergenerational equity. Some years after the introduction of the decree many expectations have been disappointed, while there is no proof of significant improvement - i) neither in the quality of economic information, ii) nor in the quality of the decisions taken by local governments. This paper aims at documenting a series of elements of objective difficulty in the implementation of the 1995 reform, thereby discussing their possible causes and feasible solutions. To this end, the paper provides some data about the framework of Italian local governments and then briefly examines the reasons behind the 1995 reform. The paper then moves on to illustrate the contents of the reform, thereby chiefly dwelling upon the introduction of accrual-based financial reporting. It finally focuses on a sample of 23 local governments that produced these reports for the first time in 1998, and highlights a series of problems that emerged with regard to both communicational efficacy and fair presentation. The conclusions summarize the major gaps between the reform’s objectives and actual effects, and tries to grasp the reasons for these gaps and formulate some suggestions in order to re-design the system.


2003 - The inter-related roles of the regional and local government in developing local partnerships in Italy [Working paper]
E. Zuffada; E. Caperchione
abstract

Building partnerships is becoming an important issue at the local level of government in many countries. Different experiences can be traced throughout Europe, as well as in other OECD countries. This is because partnerships, especially when the size of the single local government is small, can help to manage services in a more efficient and effective way.Nevertheless, building a relation is difficult, nor is it always successful, as many scholars emphasise. For a number of reasons, higher levels of government may then play a significant role in supporting partnerships between different stakeholders.Given the shortage of empirical studies on this subject, this chapter combines conceptual and empirical analysis, and is based upon:- the direct observation of a number of partnerships in Italy, with particular reference to those Regions in which the birth and the development of partnerships has been positively influenced by the regional level of government;- surveys of other partnerships which have been formalised in Italy;- literature review and analysis of official documents.The issues analysed most carefully in the chapter are the critical aspects of partnership building, and the role played by higher levels of government in activating or facilitating partnerships. It is in fact clear that higher levels of government may gain considerable benefit from the development of partnerships at the local level.Finally, the chapter deals with comparative aspects, and investigates the existence of common patterns and trends in the different regional experiences examined.


2002 - Government Budgeting And Accounting Reform In Italy [Capitolo/Saggio]
E. Caperchione; R. Mussari
abstract

This chapter, which is conceived for an international audience, offers an overview of the state of the art of public sector accounting in Italy.It deals separately with central and local government : in both of them reform bills have been passed over the last few years, that have introduced significant changes.It is then possible to briefly elaborate on a few working reflections upon the scope of accounting autonomy that national law has granted to local authorities; in the same time, it is interesting to make a comparison among the solutions specified by the law for these two levels of government.§ 2 illustrates the key innovations in central government accounting.§ 3 is devoted to the introduction of a modified accrual budget in central government accounting.The reform of local government accounting is discussed in § 4. The authors identify the main critical aspect of the previous accounting system and examine the reform process.The conclusions illustrate and discuss the gap between the reform’s objectives and its actual impact.Real effects of the Local Government Accounting Act only partly coincide with expectations. The authors highlight in particular that:- obligation- and cash-based accounting continues to prevail over accrual accounting in regard to all the issues relevant to the functioning of local governments, starting from the definition of current and capital transfers;- given the different accounting modalities, it is still quite difficult to compare the results of different local governments;- the new system still does not permit the identification of reliable efficiency and effectiveness indicators that truly help managers to take decisions;- accrual reports are, at least for now, virtually unusable and do not create any significant comments nor political debates.Therefore, the reform has failed to considerably improve the levels of accountability in Local governments.In order to propose an alternative improvement path for the functionality of the Italian local government accounting system the authors observe the reforms carried out in other countries, and identify the conditions required for the success of any top-down reform (as the Italian reform has actually been).


2002 - Italy [Capitolo/Saggio]
Caperchione E.; Mussari R.
abstract

This chapter, which is conceived for an international audience, offers an overview of the state of the art of public sector accounting in Italy.It deals separately with central and local government : in both of them reform bills have been passed over the last few years, that have introduced significant changes.It is then possible to briefly elaborate on a few working reflections upon the scope of accounting autonomy that national law has granted to local authorities; in the same time, it is interesting to make a comparison among the solutions specified by the law for these two levels of government.§ 2 illustrates the key innovations in central government accounting.§ 3 is devoted to the introduction of a modified accrual budget in central government accounting.The reform of local government accounting is discussed in § 4. The authors identify the main critical aspect of the previous accounting system and examine the reform process.The conclusions illustrate and discuss the gap between the reform’s objectives and its actual impact.Real effects of the Local Government Accounting Act only partly coincide with expectations. The authors highlight in particular that:- obligation- and cash-based accounting continues to prevail over accrual accounting in regard to all the issues relevant to the functioning of local governments, starting from the definition of current and capital transfers;- given the different accounting modalities, it is still quite difficult to compare the results of different local governments;- the new system still does not permit the identification of reliable efficiency and effectiveness indicators that truly help managers to take decisions;- accrual reports are, at least for now, virtually unusable and do not create any significant comments nor political debates.Therefore, the reform has failed to considerably improve the levels of accountability in Local governments.In order to propose an alternative improvement path for the functionality of the Italian local government accounting system the authors observe the reforms carried out in other countries, and identify the conditions required for the success of any top-down reform (as the Italian reform has actually been).


2002 - The reform of the Italian local government accounting system. A critical analysis [Working paper]
E. Caperchione
abstract

In 1995 the Italian Parliament passed a measure that introduced some significant innovations in the accounting system of Italian local governments.According to their promoters, these innovations should have improved the overall quality of decisions and increased public efficiency, thanks to the availability of targeted and reliable economic information.At the same time, Municipalities and Provinces should have implemented - in accordance with the trends currently emerging in the leading Western countries - an accrual-based accounting system, that should have led to assessing with fuller knowledge of the facts whether local governments are managed by considering intergenerational equity.Today, six years after the introduction of the decree many expectations have been disappointed, while there is no proof of significant improvement - i) neither in the quality of economic information, ii) nor in the quality of the decisions taken by local governments.This paper aims at documenting a series of elements of objective difficulty in the implementation of the 1995 reform, thereby discussing their possible causes and feasible solutions.To this end, the paper provides some data about the framework of Italian local governments and then briefly examines the reasons behind the 1995 reform.The paper then moves on to illustrate the contents of the reform, thereby chiefly dwelling upon the introduction of accrual-based financial reporting.It finally focuses on a sample of 23 local governments that produced these reports for the first time in 1998, and highlights a series of problems that emerged with regard to both communicational efficacy and fair presentation.The conclusions summarize the major gaps between the reform's objectives and actual effects, and tries to grasp the reasons for these gaps and formulate some suggestions in order to re-design the system.


2000 - Comparative Issues in Local Government Accounting [Monografia/Trattato scientifico]
E. Caperchione; R. Mussari
abstract

In recent years there have been a number of significant reforms in local government accounting practices around the world. While the specific reason for these changes vary, a common factor is the increasing need for governments to measure the effectiveness and efficiency of their performance. Nowhere is this trend more apparent than at the local government level.This book aims to give a comparative international perspective on local government accounting innovations, and offers specific cases involving different economic, political and cultural conditions. Countries receiving extended treatment include Belgium, China, Italy, Japan, Malaysia, the Netherlands, New Zealand, Russia, Spain, the United Kingdom and the United States. Together, the essays offer a state-of-the-art take on these issues and identify key issues for future research.


2000 - L'impatto dell'introduzione della contabilità economico-patrimoniale negli enti locali della Francia e del Belgio [Capitolo/Saggio]
Caperchione E.; Steccolini I.
abstract

Il capitolo esamina empiricamente costi e benefici delle riforme accrual della contabilità pubblica.A tale scopo, due casi di studio servono per indagare:i) le finalità formalmente assegnate alla riforma dell’ordinamento contabile;ii) se il sistema scelto può effettivamente rispondere alle finalità ad esso attribuite . iii) i benefici effettivamente generati dalla riforma; iv) i costi, gli aggravi, le difficoltà generate dal nuovo sistema;v) se nel giudizio di interlocutori qualificati i benefici superano i costi.Il lavoro sul campo si è svolto esaminando due situazioni nazionali (Francia e Belgio).Per ciascuna di esse si è in prima battuta ricercato un ente potenzialmente qualificabile come benchmark, e comunque rappresentativo di una situazione di eccellenza all’interno del proprio Paese.Questa prospettiva ha condotto ad individuare il Comune di Sceaux, nel Dipartimento Hauts de Seine, in Francia. Tale ente si caratterizza infatti come ente sperimentatore ed è senz’altro, all’interno del panorama francese e con riguardo all’introduzione della contabilità economico-patrimoniale, un caso di eccellenza.In Belgio non c’è stata invece una sperimentazione prima della riforma del sistema contabile, sicché si è deciso di indagare un ente locale di medie dimensioni, per cogliere comunque le reazioni alla modifica del sistema informativo-contabile. La scelta è dunque caduta sul Comune di Aalst, nelle Fiandre.Sono stati contattati docenti universitari, amministratori, dirigenti dei Servizi di contabilità degli enti, dirigenti dei Ministeri coinvolti nel processo. A ciascuno è stato chiesto, coerentemente alla sua esperienza e al ruolo rivestito nell’ambito del sistema pubblico, di fornire innanzi tutto elementi documentali (bilanci preventivi e consuntivi, altri documenti di bilancio, testi di legge, materiali non pubblicati) e successivamente valutazioni personali sui temi oggetto d’analisi.Le interviste sono state realizzate a partire da una traccia di questionario, riportata quale Allegato, composta da quattro sezioni:1. il funzionamento e le peculiarità del sistema delle aziende pubbliche nel Paese considerato;2. il sistema tradizionale di contabilità e di revisione contabile;3. l’introduzione della contabilità economico-patrimoniale;4. l’impatto della contabilità economico-patrimoniale.In particolare, tramite i colloqui si è inteso raccogliere elementi di conoscenza utili a valutare il comportamento concreto tenuto dalle amministrazioni che hanno innovato il sistema contabile, ed a capire:- se a seguito dell’introduzione del nuovo sistema sono disponibili con tempestività nuove informazioni utili alla gestione;- se esse sono effettivamente utilizzate;- quali impatti le informazioni abbiano di fatto prodotto (in termini di procedure di esternalizzazione, riorganizzazione, e altre ancora).L’esame diretto si è infine integrato con un’analisi di tipo bibliografico, condotta sia su testi prodotti da Autori dei Paesi osservati sia su altre fonti, che hanno reso possibile fare lo stato dell’arte sui principali problemi legati all’introduzione della contabilità economico-patrimoniale negli enti locali.


2000 - Responsabilità e trasparenza nella gestione dell’ente locale [Monografia/Trattato scientifico]
E. CAPERCHIONE; F. PEZZANI (a cura di)
abstract

L’introduzione delle logiche manageriali nel settore pubblico ha prodotto in numerosi Paesi significativi miglioramenti gestionali; si registra tuttavia una certa contraddizione tra l’accresciuta tensione all’efficacia e la trasparenza del processo decisionale pubblico.Il paradigma della accountability si propone di ricomporre tale contrasto: in ogni pubblica amministrazione l’esigenza di rendicontare e di informare puntualmente ed in modo trasparente sui risultati dell’azione amministrativa si deve accompagnare ad una forte assunzione di responsabilita’ dell’ente pubblico ad utilizzare nel modo migliore possibile le risorse che la collettivita’ rende disponibili, massimizzando i benefici ad essa resi. Nel presente volume sono riportati i risultati di una ricerca svolta in enti locali italiani e stranieri. In essa sono indagati i profili interno, esterno e contabile della accountability. Ne emerge un quadro di interventi necessari ad accrescere il grado di accountability degli enti locali del nostro Paese: responsabilizzazione di amministratori e dirigenti, elaborazione e messa in rete di informazioni per le decisioni, valutazione dei risultati, politiche di comunicazione esterna, benchmarking.


2000 - Sistemi informativo-contabili nella Pubblica amministrazione. Profili comparati, evoluzione e criteri per la progettazione [Monografia/Trattato scientifico]
E. CAPERCHIONE
abstract

Gli anni Novanta sono stati caratterizzati, nei principali Paesi ad economia di mercato, da una consistente opera di rinnovamento della pubblica amministrazione, che ha investito anche i sistemi contabili.La concreta applicazione delle riforme è stata tuttavia caratterizzata da numerosi problemi, sicché pare ormai maturo il momento per un esame critico di quali siano le modalità più opportune per progettare, nell’attuale situazione, sistemi contabili effettivamente rispondenti alle esigenze dei loro utilizzatori, e capaci di favorire il raggiungimento dell’economicità e della accountability.A questo scopo la ricerca presentata nel volume si svolge secondo una prospet-tiva comparata: l’esame della situazione dei principali Paesi ad economia di mercato permette infatti di cogliere con maggiore chiarezza le ragioni a favore o contro le diverse configurazioni del sistema contabile.I problemi che in Italia si sono dovuti affrontare non sono in effetti dissimili, almeno nel genere, da quelli che anche altri Paesi hanno dovuto e devono fronteggiare. Pur nella diversità dei contesti nazionali, pertanto, l’analisi delle varie scelte relative ai sistemi contabili pubblici e lo studio dei successi e degli insuccessi sono di fondamentale importanza per raccogliere informazioni e soprattutto elementi di giudizio rispetto alla configurazione ideale del sistema contabile e al processo più adeguato per la sua introduzione.L’esame delle diverse esperienze permette altresì di cogliere alcuni caratteri di uniformità delle riforme, che lasciano intravvedere la possibilità di un prossimo percorso di armonizzazione dei diversi sistemi.


2000 - Trends and Open Issues in Governmental Accounting System: some Elements of Comparison [Capitolo/Saggio]
Caperchione E.
abstract

This paper aims at analysing the state of the art of governmental accounting systems in some market economy countries. The guide-lines of the reforms implemented or under discussion in the leading countries are consequently presented and commented, some degree of uniformity is pointed out, and the main trends (and their related application issues) of governmental accounting systems are identified.From a methodological perspective, the observations made here are based on the analysis of reference material and original documents.The paper begins by defining precisely the meaning that is attributed to the term “accounting” in the course of the paper itself.The reasons behind innovation in the accounting field are subsequently discussed and some innovations actually implemented in various countries are reviewed, in order to pinpoint the results achieved, as well as the main trends and uniform patterns of behaviour.The last section deals with some open issues, and some conclusions are put forward.


1999 - Caratteri di uniformità nelle riforme dei sistemi di contabilità pubblica di alcuni Paesi europei ed extra-europei [Articolo su rivista]
E. CAPERCHIONE
abstract

Il contributo, avente per oggetto lo stato dell’arte dei sistemi di contabilità pubblica in alcuni Paesi ad economia di mercato, s’inserisce nel filone degli studi comparativi.Sono presentate e commentate le linee-guida delle riforme attuate o in discussione nei principali Paesi, alcune uniformità riscontrabili, e sono individuate le principali linee di tendenza (e correlati problemi applicativi) dei sistemi contabili pubblici.Dal punto di vista metodologico, le osservazioni svolte si basano sull’analisi di materiale bibliografico e di documenti originali.Il primo punto su cui si sofferma l’attenzione è il sistema di contabilità pubblica, che necessita di una chiara definizione.Successivamente si discute sulle motivazioni dell’innovazione in campo contabile e si passano in rassegna alcune delle innovazioni effettivamente poste in essere in vari Paesi, per individuare i risultati raggiunti nonché le principali tendenze e uniformità di comportamento.Nella parte terminale dell’articolo sono presentate alcune conclusioni e si argomenta attorno ad alcune aree di discussione ancora aperte (open issues), che sono sino ad ora rimaste in secondo piano, ma potrebbero nel prossimo futuro assumere una posizione centrale nel dibattito. Sono infine delineate alcune possibili conseguenze per il caso italiano.


1997 - Il PEG come strumento di responsabilizzazione: aspetti organizzativo-contabili e soluzioni operative [Articolo su rivista]
Caperchione E.
abstract

L'articolo presenta alcune riflessioni sui criteri da seguire per l'introduzione del PEG, nuovo strumento di programmazione e controllo, negli enti locali


1996 - Autonomia economica e responsabilità sui risultati: evoluzione dei sistemi di rilevazione negli enti locali [Capitolo/Saggio]
E. CAPERCHIONE
abstract

A seguito dell'emanazione del decreto legislativo 77/1995, che avvia la riforma dell'ordinamento contabile degli enti locali, il capitolo svolge alcune riflessioni su come configurare nel modo più proprio il sistema di rilevazione nell'ente locale. Lo scritto presenta pertanto la seguente struttura:1. analisi delle modificazioni recenti del sistema di finanza locale e delle loro più immediate conseguenze;2. elencazione delle fattispecie di risultati oggetto di reporting nell’ente locale;3. esame della reale situazione degli enti locali e quindi dell'effettiva rilevanza dei vari obiettivi conoscitivi, al fine di stabilire tra loro un ordine di priorità;4. elencazione dei diversi strumenti conoscitivi della ragioneria, loro collegamento con le diverse fattispecie decisionali, esame dei punti di forza e di debolezza dei diversi strumenti;5. esame delle relazioni tra autonomia realizzativa e cambiamento del sistema di rilevazione;6. criteri per la scelta.


1996 - Il regolamento di contabilità nell'ente locale [Curatela]
Caperchione E.
abstract

Le riforme della pubblica amministrazione degli anni Novanta hanno modificato tanto le modalità di finanziamento di Provincie e Comuni quanto il loro sistema informativo-contabile, visto quale strumento per riorientare la gestione secondo logiche di attenzione ai risultati prodotti e ai servizi erogati e secondo criteri di efficienza, efficacia ed economicità.La realizzazione della complessiva architettura del sistema informativo-contabile è ancora di là da venire, al di là di alcuni casi pionieristici di sperimentazione. L’approvazione o la revisione del regolamento sono quindi un'occasione per ragionare su alcune scelte, rispettando certamente il dettato normativo ma cercando al contempo di capire ed anticipare le conseguenze gestionali derivanti dall'adozione dell'una o altra alternativa che in molti casi si presentano. Il regolamento interviene infatti in misura significativa sulle modalità di funzionamento dell'ente, con particolare riguardo alle procedure di rilevazione, di trasmissione e di elaborazione delle informazioni economico-finanziarie scaturenti dalla gestione, e disciplina il ruolo dei diversi produttori o utilizzatori delle informazioni (Giunta, Consiglio, dirigenti, responsabili dei Servizi economico-finanziari).Il presente volume raccoglie i contributi di accademici, studiosi della pubblica amministrazione ed operatori del settore sui temi più innovativi del d. lgs. 77/1995. I diversi autori fanno seguire alla riflessione teorica su uno specifico argomento una precisa ipotesi di articolato, di modo che sui diversi temi (il piano esecutivo di gestione, il budget, il controllo di gestione, l'impegno, la contabilità economica) siano disponibili sia gli articoli da inserire nel regolamento sia i motivi di tale formulazione.Il lettore può quindi trovare nel presente volume spunti di riflessione ed analisi critiche che aiutino il processo di declinazione delle scelte inerenti il sistema informativo-contabile rispetto alle caratteristiche gestionali dell'ente, alle strategie che intende perseguire, alla disponibilità di risorse, alle dimensioni, al fabbisogno informativo dei diversi portatori di interessi.


1996 - La tenuta della contabilità per la costruzione del conto economico [Capitolo/Saggio]
Caperchione E.
abstract

La stesura del regolamento di contabilità può costituire un’importante occasione per elaborare ed affermare alcuni principi cui le scelte future di ogni singolo ente dovranno informarsi. A tale scopo, i nodi critici da affrontare e disciplinare sono i seguenti:- quale sistema di contabilità adottare per produrre i documenti di sintesi di periodo amministrativo;- quali principi contabili rispettare in sede di redazione dei documenti di sintesi;- quali documenti produrre in aggiunta a quelli obbligatori.Diversi altri problemi, pur non dovendo necessariamente trovare formale soluzione nel regolamento, vanno comunque considerati per realizzare una visione d'insieme del nuovo istituto. Tra i temi più rilevanti, sui quali occorre iniziare a svolgere una seria riflessione, vanno senz'altro segnalati i seguenti:- i criteri per le valutazioni di bilancio;- il significato e l'interpretazione del risultato economico, a fini di analisi interna all’ente locale;- il significato e l'interpretazione del risultato economico nel confronto tra enti.Di seguito sono presentate e trattate le varie opzioni aperte, con particolare riguardo alla scelta del sistema di contabilità per la costruzione del conto economico; nella parte conclusiva di questo scritto sono poi riportati alcuni articoli che si ritiene utile inserire nei regolamenti di contabilità degli enti locali. Il contributo termina con il piano dei conti della contabilità economica progettato per un Comune di medie dimensioni.


1996 - Le informazioni di carattere contabile a supporto delle decisioni in tema di organico [Capitolo/Saggio]
E. Caperchione
abstract

Il presente articolo espone alcuni dei principali aspetti da considerare nelle scelte di organico ed individua le informazioni contabili che possono maggiormente supportare una corretta presa di decisioni.


1995 - Freie Wohlfahrtsorganisationen in Italien [Articolo su rivista]
E. Caperchione; M. Gudera
abstract

Ziel dieses Beitrages ist es, die freien Wohlfahrtsorganisationen in Italien vorzustellen sowie deren Merkmale und die Besonderheiten des Agierens zwischen Staat une Markt aufzuzeigen. Im Mittelpunkt stehen gesundheitliche und soziale Dienstleistungen; das Krankenhauswesen wird allerdings nicht einbezogen.Das Wissen um die sozialstaatliche Stellung und aktuelle Entwicklungen der freien Wohlfahrtspflege in anderen Ländern ist eine notwendige Voraussetzung zur Standortbestimmung dieser intermediären Dienstleistungsorganisationen eines Landes im Kontext des gemeinsamen europäischen Marktes. Der vorliegende Beitrag identifiziert für Italien die verschiedenen Arten der privaten nicht-kommerziellen Anbieter im Gesundheits- und Sozialbereich. Die Beschreibung der wesentlichen Merkmale dieser Organisationen, verbunden mit der Zuordnung möglicher Rechtsformen, hat zum Ziel, die Grundlagen für betriebswirtschaftliche Untersuchungen in folgenden Beiträgen zu schaffen. Ausgehend von den vorliegenden Ergebnissen schließt sich ein schwerpunktbezogener Vergleich zu Deutschland an.


1995 - Governmental accounting changes and Italian public administration renewal in the Nineties [Capitolo/Saggio]
E. CAPERCHIONE
abstract

The paper illustrates and discusses the most recent innovations in Italian governmental accounting


1995 - La finalizzazione al controllo della spesa nei diversi sistemi di contabilità pubblica [Capitolo/Saggio]
E. CAPERCHIONE
abstract

Il contributo si inserisce nel dibattito sui rimedi più efficaci alla crescita del debito pubblico ed intende valutare:- quanto ciascun sistema o modello di contabilità pubblica sia adeguato a contenere e a governare la spesa;- quali siano le ragioni di tale maggiore o minore adeguatezza;- se esistano, in altre nazioni, soluzioni alternative sperimentate con successo, e più in generale, se esista un sistema preferibile in assoluto (da introdurre nel nostro Paese), o altri invece siano i fattori su cui puntare per un riequilibrio dei conti pubblici.Si procederà dunque ad una rassegna della caratteristiche peculiari dei sistemi di contabilità pubblica adottati in diversi Paesi, con l'intento di indagare la reale finalizzazione di ciascuno di essi (finalizzazione al governo della spesa, alla sua limitazione o ad altri obiettivi).


1994 - Trends in the evolution of accounting systems in Italian Local Governments [Capitolo/Saggio]
E. Caperchione; A. Garlatti
abstract

The paper discusses the weaknesses of the accounting system currently in use by Italian local governments, and the emerging trends of reform.


1991 - Different Levels of Decision-Making in Social Policies and Managerial Implications [Capitolo/Saggio]
Caperchione E.
abstract

The paper presents some considerations over the best organisational solutions in order to offer the elderly people the care they need.


1990 - Caratteristiche del sistema di contabilità direzionale nelle USL di piccole dimensioni [Capitolo/Saggio]
Caperchione E.
abstract

Il contributo esamina le scelte progettuali ed organizzative delle USL di piccole dimensioni, con riguardo al sistema di contabilità direzionale. L'ipotesi su cui si basa il lavoro pone in relazione i concetti di dimensione e di complessità gestionale e sostiene la necessità di un sistema di controllo ad essi congruente.


1990 - Organizzazione e controlli sul sistema tariffario dei servizi telefonici [Capitolo/Saggio]
E. Caperchione; P. Rondo Brovetto
abstract

Le imprese che producono servizi di rilevante interesse per la collettività, quali quelli telefonici, sono caratterizzate dai seguenti fenomeni:- sono di proprietà pubblica o, se private, sono soggette ad una forte regolamentazione pubblica mirante a salvaguardare l'interesse generale;- l'intervento pubblico, diretto o tramite regolamentazione, deve essere tale da garantire alle imprese le condizioni per una autonoma capacità di sopravvivenza economica;- in particolare l'autonomia dell'impresa deve essere qualificata dalla sua capacità di seguire la dinamicità della domanda e l'evoluzione della tecnologia;- i meccanismi di finanziamento, tra i quali una parte rilevante va attribuita al sistema delle tariffe, devono essere quindi valutati in relazione alla loro idoneità a garantire la sopravvivenza e lo sviluppo dell'impresa in un mercato che diventa sempre più competitivo e caratterizzato da comportamenti economici non considerati dalla tradizionale teoria dei prezzi pubblici (innovazione di servizi ed innovazione di processi, strategie di integrazione, ecc.).L'analisi dei meccanismi di definizione delle tariffe in alcuni Paesi europei ha dunque lo scopo di porre in evidenza in quale misura essi definiscano una effettiva autonomia decisionale da parte degli organi dell'impresa responsabile della gestione dei servizi e quale sia l'effettiva distribuzione dei margini di discrezionalità sui differenti fattori che influenzano la vita di un'impresa di pubblici servizi. Tali meccanismi definiscono inoltre la capacità competitiva rispetto alle dinamiche dell'ambiente esterno (ad esempio lo sviluppo tecnologico, l'aumento della qualità e della quantità della domanda, ecc.).Le dimensioni di queste imprese e la loro particolare forma istituzionale, può infatti renderle funzionali ad obiettivi molteplici, anche molto distanti dall'impresa considerata in sé. Solo per rimanere nel campo delle tariffe, esse vengono in alcuni casi manovrate con l'obiettivo di contenere la dinamica dell'inflazione. Questo e molti altri oneri e vantaggi assegnati alle imprese devono essere interpretati alla luce della forma istituzionale e dei rapporti con l'operatore pubblico, il quale può essere in grado di assegnare all'impresa obiettivi propri.Nella presentazione dei quattro casi nazionali (Francia, Germania, Spagna, Regno Unito) viene perciò seguito un schema che comprende:- la descrizione dell'assetto istituzionale del settore nei diversi Paesi;- la struttura delle tariffe dei servizi telefonici di base, cioè il livello e le relazioni fra le variabili che determinano i prezzi finali dei servizi (durata della chiamata, momento in cui si svolge, distanza del destinatario);- le procedure per le modificazioni delle tariffe, ovvero l'autonomia in campo tariffario di ogni impresa che gestisce il servizio;- le prospettive di evoluzione del settore e gli eventuali problemi riscontrati.L'analisi non prende in considerazione le tariffe delle comunicazioni internazionali, per le quali tuttavia valgono gli stessi criteri di giudizio che per quelle nazionali. Tali comunicazioni, che sono di lunga distanza, hanno in genere tariffe molto elevate rispetto ai costi, che a loro volta dipendono in misura assai contenuta dalla distanza del destinatario. La tendenza generale per le comunicazioni nazionali è verso un riequilibrio delle tariffe urbane e interurbane; nei Paesi nei quali questo processo ha raggiunto un grado più avanzato sono pi bassi anche i prezzi delle chiamate internazionali, negli altri essi raggiungono invece livelli molto elevati. I dati presentati sono, per quanto possibile, aggiornati. In un settore come quello delle telecomunicazioni in cui l'evoluzione è tale che due anni di tempo possono comportare cambiamenti radicali, la rincorsa a dati sempre più recenti non avrebbe molto senso. Ciò su cui si vuole far soffermare l'attenzione del lettore è qui l'importanza della struttura delle tariffe, delle moda


1990 - Reti telefoniche europee: verso una gestione più sofisticata [Articolo su rivista]
Caperchione E.; Rondo Brovetto P.
abstract

L’articolo analizza alcuni aspetti della gestione dei sistemi di telecomunicazione in quattro grandi paesi della CEE: la Repubblica Federale Tedesca, la Spagna, la Francia e il Regno Unito. Sono esaminati, in particolare, i processi di fissazione delle tariffe dei servizi telefonici di base; si individuano altresì alcuni importanti effetti che le caratteristiche di tali processi hanno nel definire l'assetto complessivo del settore delle telecomunicazioni e la sua capacità di offrire un adeguato supporto allo sviluppo economico.Lo schema di presentazione adottato comprende:- l'organizzazione del servizio, ovvero la descrizione dell'istituzione che lo gestisce;- la struttura delle tariffe dei servizi telefonici di base, cioè il livello e le relazioni fra le variabili che determinano i prezzi finali dei servizi (durata della chiamata, momento in cui si svolge, distanza del destinatario);- le procedure per le modificazioni delle tariffe, ovvero l'autonomia in campo tariffario di ogni azienda o ente che gestisce il servizio;- le prospettive di evoluzione del settore e gli eventuali problemi riscontrati.L'analisi non prende in considerazione le tariffe delle chiamate internazionali e gli ammontari dei canoni di installazione e di abbonamento. Molte polemiche sono state suscitate in passato dai tentativi di raffronti internazionali in materia di tariffe. Questo articolo non si propone però di effettuare un confronto dei livelli tariffari: l'obiettivo infatti non è tanto quello di determinare se le tariffe siano più alte in un paese o in un altro quanto quello di richiamare l'attenzione sull'importanza della struttura delle tariffe, delle modalità del loro controllo e delle procedure per le loro modifiche.