Nuova ricerca

Luisa Antonella VOLPELLI

Professore Associato
Dipartimento di Scienze della Vita sede ex-Agraria

Insegnamento: Produzioni zootecniche

Scienze e tecnologie agrarie e degli alimenti (Offerta formativa 2024)

Obiettivi formativi

Fornire agli studenti un quadro della situazione nazionale ed europea dell’allevamento degli animali da reddito; fornire agli studenti le principali competenze per l'allevamento degli animali in produzione zootecnica, con gli obiettivi di ottenere prodotti zootecnici di qualità nel rispetto delle condizioni di benessere degli animali e delle esigenze di contenimento dell’impatto ambientale.

Prerequisiti

Nessuno.

Programma del corso

ELEMENTI DI IGIENE ZOOTECNICA (1 CFU) Macroclima, microclima (temperatura, umidità, aria, gas), stressor ambientali (polveri, gas nocivi, odori, rumori), controllo ambientale (ventilazione, raffrescamento). Acqua di bevanda: caratteristiche, sostanze indesiderate, abbeveratoi.
Diffusione e consistenza del patrimonio zootecnico nella UE.
FILIERA SUINICOLA (2 CFU) - Allevamento dei suini: strutture e ricoveri, tecniche di gestione dei riproduttori (inseminazione, gestazione, allattamento), dei suinetti, dei suini in accrescimento. Produzione del suino leggero e del suino pesante. Influenza delle tecniche di allevamento sulla qualità delle carni e derivati.
FILIERA BOVINI (2 CFU)
Bovini da carne - Produzione della carne con diverse categorie di bovini (vitello, vitellone, linea vacca-vitello): strutture e tecniche di gestione.
Bovini da latte - Strutture, ricoveri, gestione delle manze e delle bovine da latte nei diversi momenti del ciclo produttivo. Influenza delle tecniche di allevamento sulla produzione e sulla qualità del latte e derivati.
FILIERA AVICOLA (1 CFU) - Principali specie avicole allevate; strutture e gestione per polli da carne e galline ovaiole.
Cenni di etnografia delle specie bovina e suina.
Interazioni tra le attività zootecniche e l'ambiente.
Elementi di etologia e benessere animale.

Metodi didattici

Il corso si svolge attraverso lezioni frontali, in lingua italiana, con l’ausilio di diapositive in power point che vengono messe a disposizione degli studenti su piattaforma Moodle prima della proiezione in aula; esercitazioni con visualizzazione delle principali strutture per l'allevamento di bovini, suini e avicoli, e visite ad allevamenti di bovini e suini.

Testi di riferimento

Il corso tratta argomenti non reperibili su un unico testo: viene quindi riportata una lista di testi che trattano diversi argomenti. I testi sono presenti nella BU di Reggio Emilia, oppure sono a disposizione presso la docente.
The course covers topics that cannot be found on a single text: a list of texts dealing with different topics is given. The texts are present in the BU of Reggio Emilia, or are available at the teacher.

Falaschini A. Zootecnia speciale Edagricole, Bologna, 1996.
Monetti P.G. Allevamento dei Bovini e dei Suini Giraldi Ed., Bologna, 2001.
Sandrucci A. Trevisi E., Produzioni Animali. EdiSES Università, 2022.
Montemurro N. Igiene zootecnica. Edagricole, Bologna, 2002.
C.R.P.A., 2004. Ricoveri, attrezzature e impianti per l'allevamento dei suini. Ed. L'Informatore Agrario, Verona.
C.R.P.A., 2002. Ricoveri, attrezzature e impianti per vacche da latte. Ed. L'Informatore Agrario, Verona.
Webster J. Il benessere animale, Edagricole, Bologna, 2000.

Verifica dell'apprendimento

Vengono svolti esami orali, sotto forma di colloquio tra il docente e lo studente. Le domande riguardano argomenti ampi, in cui lo studente può agevolmente illustrare le conoscenze apprese. Di norma vengono poste tre domane: una sulla parte di igiene zootecnica, e una sulle tecniche di alimentazione delle due specie principali trattate (bovini e suini). Particolarmente apprezzata la capacità di sintesi e di collegamento tra i diversi argomenti del corso.

Risultati attesi

1. Conoscenza e comprensione
Tramite le lezioni in aula, le esercitazioni e le visite guidate, gli studenti apprendono le caratteristiche dei ricoveri e le tecniche di allevamento più adatte per massimizzare il benessere e le prestazioni produttive degli animali, e il reddito degli allevatori.

2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Le conoscenze apprese mettono in grado gli studenti di realizzare le strutture e le tecniche di allevamento migliori (Best Practices).

3. Autonomia di giudizio
Tramite le conoscenze apprese durante il corso gli studenti potranno risolvere problemi relativi alla idoneità delle strutture e delle tecniche di allevamento di bovini, suini e avicoli.

4. Abilità comunicative
Gli studenti saranno in grado di confrontare le proprie conoscenze coi colleghi, e trasmetterle a tecnici ed allevatori per migliorare l'economia delle aziende zootecniche.

5. Capacità di apprendimento
Le attività descritte consentono di acquisire le conoscenze e gli strumenti metodologici indispensabili per potere autonomamente provvedere a un adeguato aggiornamento in futuro.