Nuova ricerca

Costanza TORRICELLI

Professore Ordinario
Dipartimento di Economia "Marco Biagi"

Insegnamento: Modelli per gli investimenti finanziari

Economia e finanza (Offerta formativa 2024)

Obiettivi formativi

Il corso si propone l’obiettivo di illustrare le principali tipologie di rischio finanziario di mercato, i principali problemi di gestione di un portafoglio obbligazionario e di approfondire le caratteristiche principali titoli derivati (futures, forward e opzioni) nonché il più semplice modello per il loro pricing (assenza di arbitraggio). Il corso avvicina lo studente alla fruizione delle informazioni finanziarie reperibili sia sui più importanti siti finanziari sia sulla stampa specialistica. Sarà inoltre fornito un inquadramento dei rischi di sostenibilità ESG (Environmental, Social, Governance) e degli SDG (Social Development Goals).
Il programma dell’insegnamento è stato sviluppato ipotizzando attività didattica in presenza.

Prerequisiti

I contenuti del corso si basano su alcuni elementi dei corsi di Matematica e Matematica Finanziaria, Matematica per l’economia e la finanza e Statistica che si danno per acquisiti.

Programma del corso

I rischi di mercato, i rischi di sostenibilità ESG (Environmental, Social, Governance) e i Sustainable Development Goals (SDG).
Il pricing delle obbligazioni e la gestione dei portafogli obbligazionari
Derivati: forward, futures, opzioni
Il principio di assenza di arbitraggio per il pricing dei derivati
Il pricing col modello binomiale
Cenni sul modello di Black e Scholes
Strategie di copertura
Cenni sul Value at Risk

Maggiori dettagli su Moodle alla pagina del corso.

Metodi didattici

Lezioni frontali ed esercitazioni, erogate anche utilizzando la piattaforma didattica di Ateneo Moodle attraverso la quale sarà possibile l’interazione fra studenti e studenti-docente nonché la valutazione in itinere della preparazione raggiunta.

Testi di riferimento

ohn C. Hull, Opzioni, futures e altri derivati, Pearson, Milano, 11a Edizione, 2022.
John C. Hull, Opzioni, futures e altri derivati. Manuale delle soluzioni, Pearson, Milano, 11a Edizione, 2022.

NB Si consiglia agli studenti che intendono proseguire con gli studi in finanza di acquistare l’edizione del testo in lingua inglese.


Verifica dell'apprendimento

E' prevista la facoltà per gli studenti, frequentanti e non frequentanti, di sostenere una prova intermedia che si terrà nel periodo di interruzione delle lezioni (novembre), e una prova finale durante il primo appello della sessione invernale (gennaio). Gli studenti possono sostenere la prova finale solo dopo aver superato la prova intermedia e non averne rifiutato l’esito.
In alternativa, gli studenti possono sostenere la prova totale durante le sessioni ordinarie d’esame.

Prova intermedia e prova finale
La prova intermedia si sostanzia in una prova scritta (senza orale), formata da 3 esercizi, riguardante le parti del programma svolte in aula fino al 31 ottobre . La prova avrà una durata complessiva di 45 minuti.
La valutazione è positiva con un punteggio complessivo di almeno 18/30. Gli esiti saranno pubblicati su Esse3, di norma entro due settimane dal giorno previsto per la prova intermedia.
La prova intermedia avrà fattore di ponderazione pari a 40% per la definizione del voto complessivo del compito scritto.
La prova finale si sostanzia in una prova scritta (con integrazione orale), formata da 3 esercizi, riguardanti le parti del programma svolte in aula da novembre a dicembre, mentre l’orale verterà su tutto il programma e si terrà (compatibilmente col numero degli iscritti) il giorno successivo. La prova scritta avrà una durata complessiva di 45 minuti, quella orale di 15 minuti. La prova finale avrà fattore di ponderazione pari a 60% per la definizione del voto complessivo.
L'esame è superato con un punteggio complessivo di almeno 18/30. Gli esiti pubblicati su Esse3, che corrispondono alla valutazione complessiva delle due prove (intermedia e finale), saranno pubblicati di norma entro una settimana dal giorno previsto per la prova finale.

Prova totale
la valutazione avviene mediante una prova in forma scritta ed orale nel medesimo appello (laddove i numeri degli iscritti lo consentono nello stesso giorno o il giorno successivo) con valutazioni tutte pubblicate su Esse3. La prova scritta consiste in esercizi (del tipo disponibile nell'Eserciziario Hull) ed è della durata di 1 ora circa, mentre quella orale inizia con una discussione dello scritto e prosegue con una domanda di approfondimento ed è della durata di 15 minuti circa. Prova scritta e prova orale concorrono al voto totale con la medesima ponderazione.
Un facsimile della prova scritta è disponibile sulla pagina Moodle del corso.

Risultati attesi

Conoscenza e comprensione: Conoscere i rischi di mercato, conoscere i principali titoli derivati, il loro funzionamento e approccio di valutazione
Conoscenza e comprensione applicate: capacità di implementare i modelli e di comprendere gli strumenti finanziari ed in particolare i derivati disponibili sui mercati (con attenzione sul mercato italiano)
Autonomia di giudizio: Valutare criticamente i modelli di portafoglio, i derivati e il loro utilizzo;
Abilità comunicative: Potenziare abilità di comunicazione relativamente a titoli e portafogli finanziari con terminologia tecnica e propria;
Capacità di apprendimento: Sviluppare capacità di astrazioni utili ai fini dello sviluppo di temi, modelli e tecniche apprese.