Nuova ricerca

Eduardo GIANFRANCESCO

Professore Ordinario
Dipartimento di Giurisprudenza

Insegnamento: Diritto pubblico delle Authorities

GIURISPRUDENZA (D.M. 270/04) (Offerta formativa 2022)

Obiettivi formativi

Il corso si propone di offrire un inquadramento della posizione delle Autorità Indipendenti nel sistema del diritto pubblico italiano, nella sua dimensione costituzionale ed amministrativa, tenendo conto dell'influenza delle fonti sovranazionali. Verranno approfondite alcune problematiche particolari relative alla tutela della concorrenza.
Per ulteriori riferimenti si rinvia alla sezione "Risultati di apprendimento attesi"

Prerequisiti

Nessuna ma è raccomandata una buona conoscenza delle nozioni di base del Diritto costituzionale ed amministrativo.

Programma del corso

1) La posizione costituzionale delle Autorità Indipendenti (2 CFU); 2) La potestà normativa delle Autorità Indipendenti (2 CFU); 3) La tutela giurisdizionale nei confronti degli atti delle Autorità Indipendenti (1 CFU); 4) La tutela della concorrenza in particolare (1 CFU).

Metodi didattici

L'insegnamento sarà svolto in presenza o a distanza (in modalità streaming e/o asincrona) se lo richiederanno le condizioni sanitarie e le conseguenti misure organizzative. Gli studenti saranno tempestivamente informati.
il corso si svolgerà nelle modalità e nei giorni ed orari che verranno di seguito indicati.
All'interno del corso verranno organizzati seminari/esercitazioni (a distanza od in presenza) anche coinvolgendo gli studenti frequentanti.
l'insegnamento sarà tenuto in lingua italiana.
La frequenza non è obbligatoria ma fortemente consigliata

Testi di riferimento

M. Midiri, Tutela della concorrenza e giurisdizione, Editoriale Scientifica, Napoli, 2018.

Materiale giurisprudenziale e dottrinale indicato a lezione per gli studenti frequentanti.

Verifica dell'apprendimento

L'esame si svolgerà in forma orale, in presenza, compatibilmente con le disposizioni sanitarie o particolari esigenze di ordine tecnico.

Esso consisterà in un colloquio di circa trenta minuti articolato su tre o quattro domande relative ai temi trattati nel corso di lezioni e nei testi consigliati per la preparazione dell'esame.
E' ovviamente essenziale avere cognizione delle più importanti fonti normative richiamate.

La valutazione del candidato si baserà sui seguenti parametri: 1) Livello di conoscenze acquisite con lo studio del programma; 2) Capacità di utilizzare le nozioni acquisite in modo consapevole in relazione agli argomenti trattati in sede di esame, valorizzando la riflessione personale e critica; 3) Capacità di stabilire collegamenti tra argomenti anche riferiti ad altre discipline e materie; 4) Padronanza di linguaggio generale e giuridico.
I parametri nn. 1 e 4 sono essenziali per il raggiungimento della sufficienza.

Gli esami si svolgono nell'arco del calendario didattico e per ogni appello gli studenti dovranno iscriversi utilizzando la piattaforma Esse3. Non sono previste prove o accertamenti in itinere.

Risultati attesi

1) Conoscenza e comprensione

Al termine del corso gli studenti avranno acquisito consapevolezza e comprensione della posizione delle Autorità Indipendenti nel sistema del diritto pubblico italiano e dei loro rapporti con i tradizionali poteri dello Stato.

2) Conoscenza e capacità di comprensione applicate

Al termine del corso gli studenti avranno acquisito la capacità critica per analizzare i problemi legati alla produzione normativa delle Autorità Indipendenti, nel sistema delle fonti del diritto pubblico, ed alla tutela giurisdizionale nei confronti dei loro atti.

3) Autonomia di giudizio

Al termine del corso gli studenti avranno sviluppato la capacità di valutare e risolvere casi concreti involgenti l'intervento delle Autorità indipendenti, con particolare riferimento alla disciplina della tutela della concorrenza.

4) Abilità comunicative

Al termine del corso gli studenti avranno sviluppato la capacità di argomentare in modo adeguato, sia dal punto di vista espressivo generale che tecnico/giuridico, i problemi relativi ai temi affrontati nel corso e le relative soluzioni.

5) Risultati di apprendimento attesi

Al temine del corso gli studenti avranno sviluppato la capacità di elaborare categorie interpretative utili nella soluzione dei problemi che l'attività delle Autorità indipendenti, specie nel campo della tutela della concorrenza, presenta.