Nuova ricerca

Rita BERTOZZI

Professore Associato
Dipartimento Educazione e Scienze Umane

Insegnamento: Sociologia delle politiche educative

Scienze pedagogiche (Offerta formativa 2023)

Obiettivi formativi

Il corso si propone di dare strumenti teorici ed empirici per la lettura delle politiche socio-educative e formative a livello internazionale e nazionale. Approfondisce le sfide dell’integrazione tra educazione e apprendimento formale, non formale e informale, analizzando gli orientamenti delle politiche utili per guidare la progettazione degli interventi. Un focus specifico è dedicato poi all’analisi della condizione giovanile e delle politiche giovanili, con particolare attenzione al tema delle disuguaglianze, della partecipazione e delle differenze di genere.

Prerequisiti

Conoscenze pregresse in sociologia e sociologia dell'educazione

Programma del corso

La ripartizione dei contenuti per CFU è da intendere come indicativa. Essa può infatti subire modifiche nel corso dell’insegnamento alla luce dei feedback degli studenti. Si potrebbero verificare ulteriori variazioni in considerazione di eventuali altri elementi di contesto.

2 CFU (14 ore)
Il policentrismo formativo
Apprendimenti formali, non formali e informali
Lo youth work

2 CFU (14 ore)
I giovani nella società contemporanea

2 CFU (14 ore)
Disuguaglianze educative e di genere
Partecipazione
Riconoscimento delle competenze

Metodi didattici

L’insegnamento viene erogato in presenza.
La frequenza all’insegnamento non è obbligatoria, seppure consigliata.
L’insegnamento prevede lezioni partecipate con il supporto di materiale visivo (diapositive) e seminari di approfondimento con gli autori dei testi e con testimoni privilegiati.
L’insegnamento si svolge in lingua italiana.

Testi di riferimento

Merico M., Scardigno F. (a cura di) 2022. Il Continuum dell’educazione. Ledizioni.

Pitti I., Tuorto D. 2021. I giovani nella società contemporanea. Carocci.

I materiali relativi a possibili seminari e integrazioni saranno disponibili in piattaforma Teams.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione avviene attraverso una prova scritta con domande a risposte aperte, volte a verificare la comprensione dei diversi contenuti teorici ed empirici proposti. Gli studenti che lo desiderano avranno la possibilità di proseguire la prova scritta con una orale (quindi facoltativa) attraverso la quale dimostrare la capacità di rielaborare e connettere le conoscenze acquisite. Ciascun quesito viene valutato in trentesimi. L’esito finale risulta dalla media delle valutazioni di ciascuna risposta.

Risultati attesi

Conoscenza e capacità di comprensione: Conoscenza e comprensione dei processi culturali della società contemporanea e di alcuni principali orientamenti delle politiche educative; conoscenza del continuum formale-non formale-informale; comprendere le disuguaglianze in educazione; conoscere l'analisi sociologica sui giovani.

Conoscenza e capacità di comprensione applicata: conoscere i principi e gli obiettivi di politiche per i bambini, adolescenti, giovani, per ricavarne indicazioni utili per la progettazione dei servizi e progetti educativi; riconoscere spazi di agency e i fattori contestuali che incidono

Autonomia di giudizio: saper confrontare modelli interpretativi e ricondurre i modelli operativi alla dimensione storica e valoriale; saper interpretare problematiche educative

Abilità comunicative: capacità di argomentare utilizzando terminologie sociologiche specifiche, individuando i concetti fondamentali e le tendenze principali dei fenomeni osservati; capacità di confronto con testimoni dei contesti lavorativi

Capacità di apprendere: capacità di problematizzare la produzione di conoscenza; capacità di integrare le conoscenze e trarre proprie conclusioni; capacità di intrecciare i contenuti del corso con l'analisi del proprio contesto lavorativo. Capacità di connettere questioni teoriche e dati empirici.