Nuova ricerca

MICHELE FERRAZZANO

CULTORE DELLA MATERIA
Dipartimento di Giurisprudenza

Insegnamento: Informatica

Giurisprudenza (Offerta formativa 2024)

Obiettivi formativi

Lo studente acquisirà le seguenti competenze: principi fondamentali dell'ICT; utilizzo dei principali applicativi per lo svolgimento dell'attività professionale; modalità tecnico-giuridiche e problematiche relative alla raccolta e produzione di prove informatiche; proprietà di linguaggio che consenta al futuro professionista di interloquire con clienti, fornitori e consulenti tecnici su questioni informatiche.

Prerequisiti

Non sono previsti particolari prerequisiti. Tuttavia è si raccomanda una competenza di base nell'uso di strumenti informatici di varia tipologia da utente.

Programma del corso

- fondamenti teorici dell'informatica: componenti di un sistema informatico, hardware e software, aspetti generali dei sistemi operativi, programmi informatici, rappresentazione, gestione e conservazione dei dati informatici, Internet le Reti informatiche, architetture client-server e peer-to-peer, cloud computing (1 CFU)
- principali strumenti informatica utili per lo svolgimento della professione: firma digitale, hash, marca temporale, PEC, PCT (1 CFU)
- protezione dei dati e sicurezza dei sistemi, anche alla luce del GDPR (1 CFU)
- caso di studio sulla gestione di uno studio legale e soluzioni tecnologiche che rispettino necessità organizzative e obblighi di legge (1 CFU)
- modalità di conduzione di progetti informatici e gestione degli aspetti giuridici a essi connessi (contratti, collaudi, licenze...) (1 CFU)
- individuazione e trattamento dei dati informatici utili a fini probatori (1 CFU)

Metodi didattici

Il corso si compone di 42 ore di lezione ed ha come obiettivi:
- Fornire esempi pratici e diretti, evitando, quando possibile, esercizi astratti e poco concreti;
- Disegnare scenari di utilizzo reale dell'applicativo, del linguaggio di programmazione o del sistema utilizzato durante il corso;
- Costruire progetti realistici, partendo dalle fondamenta per arrivare, passo dopo passo, al raggiungimento degli obiettivi del corso;
- Rendere gli allievi autonomi nel risolvere la gran parte delle problematiche che incontreranno una volta concluso il loro percorso formativo;
- Consigliare i migliori manuali, dispense e risorse in rete;

L'insegnamento è erogato in presenza.

L'insegnamento è erogato in lingua italiana.

Modalità di frequenza: non obbligatoria, ma altamente raccomandata.

Testi di riferimento

1) T. Casadei, S. Pietropaoli. Diritto e tecnologie informatiche. Wolters kluwer. 2024.
2) L. Snyder, A. Amoroso, Fluency. Conoscere e usare l'informatica. Pearson. 2015.
3) Materiale didattico fornito dal docente e messa a disposizione sulla piattaforma Teams, nel gruppo del corso, nel quale sarà anche possibile interagire tra studenti e con il docente per approfondire temi o chiedere chiarimenti.

Verifica dell'apprendimento

Esame orale.
La prova mira a verificare la padronanza dei concetti informatici trattati nel corso, la conoscenza degli aspetti tecnici e giuridici relativi alle nuove tecnologie e la capacità di coniugare in maniere critica aspetti tecnici, aspetti giuridici e riflessioni legate a temi di attualità.
Verranno valutate le conoscenze apprese, le capacità critiche e metodologiche dello studente, la competenza di collegare parti del programma in modo interdisciplinare anche con altri insegnamenti (es. procedura penale, procedura civile).

Risultati attesi

Gli esami si svolgono nell’arco del calendario didattico e per ogni appello gli studenti dovono iscriversi utilizzando la piattaforma Esse3.

L'esame si svolge in forma orale.
Nel corso del colloquio sono poste 5 domande.
La durata media dell'esame non si estende oltre i 20 minuti.

I criteri di verifica sono i seguenti:
1. conoscenze e capacità di comprensione dei temi trattati;
2. capacità di rielaborare ed esaminare criticamente le tematiche affrontate;
3. abilità comunicative, a partire dalla capacità di comunicare idee e problemi con proprietà di linguaggio;
4. capacità di apprendimento e di applicazione delle conoscenze.