Nuova ricerca

Judith Anne TURNBULL

Professore Associato
Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali

Insegnamento: Lingua inglese

Lingue e culture europee (D.M. 270/04) (Offerta formativa 2022)

Obiettivi formativi

Il corso intende condurre all'acquisizione di strumenti teorici e metodologici per l'analisi descrittiva della Lingua Inglese e per il raggiungimento di un ragionevole livello di 'consapevolezza linguistica'.
Al termine del corso gli studenti/le studentesse saranno in grado di:
- utilizzare le conoscenze acquisite per produrre enunciati di livello B2 e oltre, in modo pragmaticamente e linguisticamente corretto, in ambito orale e scritto.
- utilizzare le conoscenze acquisite per decodificare enunciati di livello B2 e oltre, in modo pragmaticamente e linguisticamente corretto, in ambito orale e scritto.
Per una più completa comprensione degli obiettivi formativi, si rimanda alla lettura dei risultati di apprendimento attesi a seguito dello svolgimento del presente percorso formativo.

Prerequisiti

Gli studenti e le studentesse devono conoscere la lingua inglese a livello B1 (se prima lingua) o A2 (se seconda lingua). La mancanza di tale livello comporta Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA) che vedono essere colmati nel primo anno di corso.

Programma del corso

La scansione dei contenuti per CFU e ore è da intendersi come puramente indicativa. Pertanto può subire modifiche nel corso dell’insegnamento alla luce del confronto con gli studenti e le studentesse.

Il corso si divide in due moduli. Un modulo A tenuto dalla Prof.ssa Diani verte sulla grammatica dell’enunciato da una prospettiva pragmatica (40 ore - 8 cfu). Nello specifico, vengono affrontati i seguenti argomenti: modalizzazione, modalità, verbi modali; valore invariante e usi di BE+ING; HAVE e la localizzazione del predicato; valore invariante e usi di HAVE+EN; l’espressione della futurità; tense e time; l’operatore TO.

Un modulo B tenuto dalla prof.ssa Turnbull riguarda fonetica e fonologia (20 ore – 4 cfu): la scelta dello standard di pronuncia dell’inglese: le origini di “Received Pronunciation”; l’alfabeto fonetico (IPA); i sistemi vocalici e consonantici a confronto (italiano e inglese); regole fonetiche; i dittonghi; studio dei singoli fonemi inglesi.

Metodi didattici

L’insegnamento è svolto attraverso lezioni frontali tenute in lingua inglese nel I semestre, a frequenza non obbligatoria, ma fortemente consigliata. Il corso verrà erogato in presenza. Il corso sarà integrato da attività di potenziamento delle competenze comunicative in lingua inglese organizzate in piccoli gruppi con la supervisione di un collaboratore esperto linguistico di madre lingua inglese (corso di lettorato), tenute in entrambi i semestri (I e II). Anche le suddette attività saranno svolte in presenza.
Nei corsi di lingua il rapporto ore/CFU è differente rispetto ad altri corsi per l’integrazione con il lettorato che, però, da solo non dà diritto a dei crediti.

Testi di riferimento

TESTO DI RIFERIMENTO:
Roach Peter 2001. Phonetics. Oxford: Oxford University Press. Ulteriori materiali verranno resi disponibili su MOODLE, dopo l'inizio delle lezioni.
TESTI CONSIGLIATI: G. Gagliardelli, The Words of an Economist, Pitagora, Bologna, 1997. G. Gagliardelli, Elementi di grammatica enunciativa della lingua inglese, CLUEB, 1999.

Sulla pagina del Portale Moodle relativa all’insegnamento sono disponibili, nel rispetto del diritto d’autore, diapositive che le docenti pubblicheranno settimanalmente. Questi materiali costituiscono parte integrante del programma d’esame.


The Powerpoint presentations used in class will be uploaded, following the conditions of copyright law, onto the course page on the Moodle portal every week and are an integral part of the course programme.

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell’avvenuta acquisizione dei risultati di apprendimento attesi sarà resa possibile grazie al ricorso a una prova scritta in lingua inglese (durata 60 minuti): completamento di 80 quesiti con risposta a scelta multipla su fonetica (30 quesiti) e grammatica dell’enunciato (50 quesiti).
Le domande a scelta multipla presentano quattro opzioni di risposta ciascuna, una sola delle quali è esatta. Alla risposta esatta è attribuito 1 punto, alla risposta non data e alla risposta errata non viene attribuito alcun punto. Le domande richiedono di descrivere, classificare e analizzare parole e frasi sia dal punto di vista della fonetica che della grammatica enunciativa. Per sostenere la prova scritta, NON è consentito l’uso di alcun dizionario di lingua inglese o materiale usato durante il corso. La suddetta prova può essere sostenuta a partire dalla sessione di gennaio 2023, considerato che l’insegnamento è semestrale.
La scala di valutazione è espressa in trentesimi. Il voto minimo è 18/30 e il voto massimo è 30/30. Al voto massimo può essere aggiunta la “lode” (30 e lode). La votazione della prova scritta sarà comunicata entro due settimane dalla data di svolgimento della suddetta prova e pubblicata su Esse3 nella lista di iscrizione alla prova stessa. La prova scritta resta valida per un anno solare.
Gli indicatori di valutazione sono:
- Padronanza della lingua inglese (50%)
- Capacità di utilizzare le conoscenze (25%)
- Capacità di collegare le conoscenze (25%)

Per quanto riguarda il corso di lettorato annuale, al termine del II semestre gli studenti e le studentesse frequentanti e non-frequentanti saranno valutati attraverso prove di lettorato con valutazione in itinere durante il corso (studenti/studentesse frequentanti) o prova sommativa finale (studenti/studentesse non frequentanti).

Sono esonerati dal sostenere le prove in itinere o prova sommativa finale gli studenti e le studentesse in possesso di una certificazione linguistica internazionale di lingua inglese di livello almeno B1 (Inglese seconda lingua di studio) o almeno B2 (Inglese prima lingua di studio). Il possesso di tali certificazioni con i suddetti livelli NON esonera dalla frequenza del lettorato che resta fortemente consigliata.

Risultati attesi

Coerentemente con gli obiettivi formativi indicati, alla fine del corso lo studente/la studentessa avrà raggiunto i seguenti risultati:

• conoscenza e capacità di comprensione: dimostrare un livello di competenza linguistica superiore al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento, identificando la valenza illocutoria e perlocutoria degli enunciati da decodificare, sulla base delle indicazioni fornite dal contesto e dal co-testo;
• capacità di applicare conoscenza e comprensione: produrre enunciati portatori di significato, anziché semplici ‘frasi’, avvalendosi degli strumenti pragmaticamente più adatti all’uopo;
• autonomia di giudizio: scegliere in modo autonomo gli strumenti (pratici e teorici) adatti a fornire una corretta interpretazione dell’intento comunicativo degli enunciati prodotti o decodificati.
• abilità comunicative: riconoscere e saper usare la lingua inglese in modo pragmaticamente e linguisticamente corretto;
capacità di apprendimento: affrontare testi orali e scritti di vario genere, di livello B2 (Quadro Comune Europeo di Riferimento e superiore).