Nuova ricerca

Francesco LEALI

Professore Ordinario
Dipartimento di Ingegneria "Enzo Ferrari"

Insegnamento: Disegno Tecnico Industriale

Ingegneria del Veicolo (Offerta formativa 2024)

Obiettivi formativi

Il corso si propone di mettere l'allievo nelle condizioni di saper interpretare e produrre disegni tecnici di complessivo e di dettaglio nel settore dell'Ingegneria Industriale, nel rispetto delle principali norme UNI-ISO di riferimento. Inoltre il corso si propone di fornire le conoscenze e gli strumenti di base necessari a capire gli aspetti funzionali e le caratteristiche costruttive di alcuni dei più comuni componenti utilizzati nella progettazione meccanica.

Prerequisiti

Nessuno

Programma del corso

Fondamenti teorici, tecniche applicative di base e linguaggio grafico e normativo del disegno tecnico industriale. Elementi geometrici e convenzioni di rappresentazione. Tecniche proiettive e sezionamento per la rappresentazione tecnica grafica. Principi e tecniche di quotatura e di assegnazione delle tolleranze dimensionali. Elementi e principi tecnologici di base necessari alla corretta interpretazione di disegni di fabbricazione in ambito industriale. Caratteristiche funzionali e costruttive dei principali componenti meccanici. Cenni sui collegamenti con organi filettati, collegamenti albero-mozzo, cuscinetti di rotolamento, schemi di montaggio, disegno di complessivi.

Metodi didattici

Lezioni teoriche, esercitazioni e disegni tecnici.
Le lezioni sono erogate in presenza.

Testi di riferimento

Consigliato: Chirone E., Tornincasa S., Disegno Tecnico Industriale, Ed. Il Capitello, Torino, Voll. 1,2

Alternativa: Manfè, Pozza, Scarato, Disegno Meccanico, Voll. 1,2,3. Ed. Principato, Milano.

Approfondimento: Baldassini, Vademecum per disegnatori e tecnici, Hoepli.
UNI - Disegno Tecnico Vol. 1 - Principio e applicazioni generali di disegno meccanico e industriale. Ed. 2006.
UNI - Disegno Tecnico Vol. 2 - Specificazioni dimensionali e geometriche di disegno meccanico e industriale. Ed. 2006.

Verifica dell'apprendimento

1. La verifica dell’apprendimento prevede due prove:
- 1 - prova scritta teorica, composta da 4 problemi:
1.1 - questionario con 10 domande aperte e a risposta multipla;
1.2 - esercizio di calcolo delle tolleranze dimensionali di accoppiamento assegnate;
1.3 - schizzo di montaggio di collegamento fra organi meccanici;
1.4 - schizzo di montaggio di cuscinetti volventi.
- 2 - prova grafica pratica:
estrazione di un componente meccanico da un disegno di complessivo assegnato ed esecuzione del relativo disegno costruttivo.
2. Durata delle prove:
- 1 - i singoli problemi hanno durata indicativa di 20 minuti ciascuno, per un totale di 1 ora e 20 minuti;
- 2 - la prova grafica ha durata indicativa di 2 ore.
3. Punteggio:
- 1 - la prova si considera valida se il problema 1.1 ottiene un punteggio >= 15 e se anche la media dei quattro problemi ottiene un punteggio >= 15:
1.1 - ognuna delle 10 domande pesa per un punteggio di 0-3 punti; non vi sono penalità per risposte sbagliate; i punteggi delle domande vengono sommati per un totale di 0-30 punti; la correzione dei successivi tre problemi viene fatta solo se il problema 1.1 ottiene un punteggio >= 15;
1.2 - punteggio di 0-30 punti;
1.3 - punteggio di 0-30 punti;
1.4 - punteggio di 0-30 punti.
Il punteggio di tutta la prova 1 viene assegnato come media dei quattro problemi; si accede alla prova 2, successiva, solo se la prova 1 ottiene un punteggio >= 15.
- 2 - la correzione valuta la corretta esecuzione di: squadratura, cartiglio, note a disegno, viste, quotatura, tolleranze dimensionali, macro- e micro-geometriche; la prova si considera valida se ottiene un punteggio >= 15.
Il voto dell’esame risulta dalla media dei punteggi ottenuti nelle due prove (prova scritta e prova grafica), arrotondata all’intero più vicino.
4. Materiale:
- 1 - fogli A4, matita o biro, tabelle per il calcolo delle tolleranze di accoppiamento così come fornite a lezione, gomma e righello facoltativi, calcolatrice facoltativa; non si possono consultare altri appunti, dispense, testi;
- 2 - tutti i materiali per il disegno tecnico, così come spiegati a lezione; è possibile consultare qualunque testo o manuale, purchè stampato.
Nota 1: non è prevista una prova intermedia.

Risultati attesi

1. Conoscenza e comprensione dei fondamenti teorici, delle tecniche applicative di base e del linguaggio grafico e normativo del Disegno Tecnico Industriale, degli elementi geometrici e delle convenzioni di rappresentazione, delle tecniche di proiezione e di sezionamento per la rappresentazione grafica tecnica, dei principi e delle tecniche di quotatura e di attribuzione delle tolleranze dimensionali, degli elementi e dei principi tecnologici necessari alla corretta interpretazione di disegni di fabbricazione in ambito industriale. Conoscenza e comprensione delle caratteristiche funzionali e costruttive dei principali componenti meccanici.
2. Capacità di interpretare disegni tecnici di macchine e sottogruppi, capacità di predisporre disegni tecnici di semplici sottogruppi di macchine e componenti.
3. Capacità di valutare e comparare autonomamente le soluzioni ingegneristiche di un problema di limitata complessità.
4. Capacità di organizzarsi in gruppi di lavoro, di comunicare efficacemente in forma scritta e/o orale anche in inglese.
5. Capacità di catalogare, schematizzare e rielaborare le nozioni acquisite.