Nuova ricerca

ENZO QUARANTA

Docente a contratto
Dipartimento di Giurisprudenza

Insegnamento: Economia aziendale

Scienze giuridiche dell'impresa e della pubblica amministrazione (D.M.270/04) (Offerta formativa 2022)

Obiettivi formativi

Il corso di Economia Aziendale, coniugando aspetti teoretici e pratici, persegue l’obiettivo di formare lo studente sia sulla teoria dell’azienda, delle istituzioni e sui postulati dell’Economia aziendale e della Ragioneria, sia sul sistema informativo e sul bilancio di esercizio, con cenni anche sulla contabilità pubblica. L’insegnamento intende sviluppare le capacità di base per l'analisi appropriata e sistemica dei fenomeni gestionali fornendo gli strumenti a supporto del decision-making aziendale, sia nelle diverse aree funzionali (amministrazione e controllo, produzione e tecnologia, ecc.) sia per tipologie di aziende e nei vari settori economici.

Prerequisiti

Nessuna

Programma del corso

Modulo I - Introduzione alla teoria dell’azienda e ai principi dell’Economia aziendale (2 CFU)
L’Economia aziendale e la Ragioneria. Lo studio delle condizioni di esistenza dell’organismo aziendale. Classificazione delle aziende. L’istituzione dell’azienda, la sua localizzazione e la sua dimensione. Soggetti aziendali: “Soggetto giuridico” e “soggetto economico”. L’autonomia dell’impresa e i poteri decisionali. L’azienda di erogazione: caratteristiche generali e schemi di gestione. L'organizzazione aziendale. L’impresa come sistema aperto e l’ambiente di riferimento. L'economicità nel sistema aziendale. L’equilibrio economico come fondamentale condizione di vita dell’impresa. Equilibrio economico ed adeguata potenza finanziaria. Le possibili modalità di remunerazione dei fattori produttivi utilizzati dall’impresa. Il rischio d’impresa e i soggetti su cui grava. L'efficienza aziendale. I rendimenti e i costi. Le principali classificazioni dei costi. Il break even point.
Il finanziamento dell’impresa. Il fabbisogno di capitale e la sua determinazione. Il finanziamento dell’impresa: capitale proprio e capitale di credito; l’autofinanziamento d’impresa.

Modulo II - Le rilevazioni contabili (2 CFU)
Definizione di conto, struttura e funzionamento. I vari sistemi contabili. La partita doppia. Le scritture di esercizio. Cenni sulle scritture di assestamento e chiusura di esercizio.

Modulo III - Introduzione al bilancio d’esercizio (1 CFU)
Il bilancio del sistema aziendale. Inquadramento teorico-concettuale. Il quadro normativo. Il bilancio d’esercizio secondo il Codice Civile e i principi contabili dell’OIC. La clausola generale, i postulati di bilancio, le deroghe. Cenni sui criteri particolari di valutazione. Le modalità di rappresentazione del bilancio. Forma e struttura dei documenti di bilancio. Lo Stato Patrimoniale. Il Conto Economico. Il rendiconto finanziario.

Modulo IV: Cenni sulla contabilità pubblica (1 CFU)
Il processo di aziendalizzazione della Pubblica Amministrazione. La Pubblica Amministrazione ed i principi della contabilità pubblica. L’armonizzazione contabile delle PA. La Contabilità economico patrimoniale. I controlli interni alla P.A. Il sistema di misurazione e valutazione della performance. Cenni sulla trasparenza e anticorruzione nella P.A.

La scansione dei contenuti per CFU è da intendersi come puramente indicativa e suscettibile di modificazioni alla luce dei feedback degli studenti e delle studentesse, nonché di ulteriori particolari esigenze (per es. esigenze di aggiornamento).

Metodi didattici

Le lezioni del corso verranno erogate in modalità mista, parte in presenza e parte con modalità elearning.
Il corso prevede un congruo numero di esercitazioni che si concentreranno sulle scritture in partita doppia e sulle configurazioni e comportamento dei costi.
Le lezioni saranno integrate con seminari e/o lavori di gruppo. Attesa la peculiarità della materia è altamente consigliata la frequenza del corso.

Testi di riferimento

Per Modulo I: ZANDA G, Fondamenti di Economia Aziendale, Giappichelli Editore, 2015;
Per il Modulo II: Dispense a cura del docente.
Per il Modulo III: ONESTI T., ROMANO M., TALIENTO M., Il bilancio di esercizio delle imprese. Dal quadro concettuale di riferimento alle nuove regole contabili nazionali e internazionali, Giappichelli, Torino, ul. ed..(2016)
Per il Modulo IV : E. QUARANTA, “La misurazione e la valutazione della performance organizzativa nelle Amministrazioni Pubbliche attraverso la costruzione di un Performance Index”, Aracne, Roma, 2018


Sulla pagina Dolly potrà essere pubblicato materiale sostitutivo di alcune parti del corso, per motivi di migliore aggiornamento in corrispondenza di eventuali mutamenti normativi.
L’indicazione dettagliata dei paragrafi da studiare sarà reperibile sulla pagina Dolly.

Verifica dell'apprendimento

La modalità di verifica dell’apprendimento consiste in una prova scritta (composta da sei domande: due domande a risposta aperta, due domande a risposta multipla e due esercizi), da svolgere in 60 minuti. In alternativa ed in casi particolari l'esame potrà svolgersi attraverso un colloquio orale, consistente in almeno quattro domande, una per ogni modulo previsto nel programma, finalizzato ad accertare il livello di conoscenza della disciplina e il raggiungimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati. La durata della prova orale è orientativamente di 20-30 minuti.

Risultati attesi

Il corso persegue l’obiettivo precipuo di fornire ai discenti i concetti fondamentali e gli strumenti inerenti alla teoria dell’azienda, ai principi dell’Economia aziendale, al sistema informativo, al bilancio delle imprese.
In estrema sintesi, con le attività didattiche lo studente potrà conoscere e comprendere (knowledge and understanding) tanto i rigorosi principi teoretici del governo delle aziende quanto le corrette basi metodologiche per controllare i fatti di gestione. L’operatività dell’azienda è investigata dalla fase dell’istituzione a quella di funzionamento, focalizzando l’attenzione sui processi di finanziamento, di investimento, di trasformazione e realizzo dei risultati.
Oltre ad una solida base concettuale, il corso si propone di trasferire agli studenti le competenze applicative concernenti la definizione, l’impostazione e la risoluzione delle problematiche di gestione, organizzazione e controllo delle imprese ed altri enti.
Pertanto, al termine delle attività didattiche lo studente possiede una prima ma unitaria visione dei fenomeni concernenti il governo aziendale e le conoscenze necessarie per la disamina degli stessi in modo ponderato, dai punti di vista economico, patrimoniale e monetario-finanziario.
Il corso si propone, tra l’altro, di accrescere nei discenti una capacità critica tale da identificare i fenomeni peculiari che attengono all’economia aziendale, definire i tratti caratteristici di ciascuna problematica riscontrata, individuare soluzioni per il loro superamento e valutare i possibili scenari associati ad ogni azione proposta.
Pertanto, al termine delle attività didattiche lo studente maturerà autonomia di giudizio (making judgements) sulle principali questioni attinenti al governo (gestione, organizzazione e controllo) delle aziende, potendo impiegare la logica tipicamente aziendalista e le relative tecniche.
Il corso si propone di fornire agli studenti le competenze necessarie per conoscere e soddisfare le aspettative dei diversi stakeholder aziendali nonché per affrontare efficacemente le tematiche che attengono alla gestione delle risorse umane, alla valutazione dell’economicità delle operazioni e alla salvaguardia/accrescimento del patrimonio aziendale.
La presentazione dei profili teorici e applicativi sarà svolta in modo da consentire l’acquisizione della padronanza di un linguaggio tecnico e di una terminologia specialistica adeguati (in primis il “linguaggio contabile” e dei bilanci), nonché di sviluppare abilità comunicative che saranno valutate soprattutto attraverso l’esposizione orale durante gli esami.
Il corso intende sviluppare le capacità di apprendimento dei discenti (learning skills) tramite l’adozione di metodologie didattiche (es. esercitazioni pratiche, testimonianze aziendali, attività seminariale ecc.), volte a stimolare un approccio di studio pro-attivo.
La capacità di apprendimento potrà essere stimolata tra l’altro attraverso presentazioni power point e la discussione in aula finalizzata anche a verificare l’effettiva comprensione degli argomenti esposti. La capacità di apprendimento sarà anche stimolata da supporti didattici integrativi (documenti ufficiali, articoli e altro materiale caricato sulla web-page personale del docente) in modo da favorire l’apprendimento sviluppando le capacità applicative.