Nuova ricerca

Alessandro Giovanni GRASSO

Professore Associato
Dipartimento di Economia "Marco Biagi"

Insegnamento: Finanza aziendale

Economia aziendale e management (Offerta formativa 2024)

Obiettivi formativi

La/lo studentessa/studente acquisisce le conoscenze relative alle metodologie con cui si conduce la valutazione del bilancio d'esercizio per comprendere la performance dell'azienda e si valutano scelte di capital budgeting.
La/lo studentessa/studente acquisisce le competenze metodologiche ed interpretative per comprendere la dinamica aziendale a consuntivo e previsionale attraverso l’applicazione degli strumenti dell’analisi di bilancio per indici e flussi.
La/lo studentessa/studente acquisisce le competenze metodologiche da impiegare nell'ambito delle scelte di capital budgeting relative alle decisioni di investimento e finanziamento
Attraverso la discussione di casi, gli studenti saranno stimolati ad applicare le tecniche proposte a casi aziendali, acquisendo capacità di analisi e di problem solving.
La/lo studentessa/studente avrà modo di poter contestualizzare le tematiche comprendendo il ruolo e l'attività svolta dalla funzione di tesoreria e finanza dell'azienda.
Nell’interesse degli studenti è fortemente suggerito l’uso del computer per la risoluzione dei casi.

Per una più completa comprensione degli obiettivi formativi, si rimanda alla lettura dei risultati di apprendimento attesi.

Il programma dell’insegnamento è stato sviluppato ipotizzando che l’attività didattica si svolga in presenza. Potrebbe essere adattato in caso di variazioni collegate alla situazione pandemica

Prerequisiti

Ai fini della migliore comprensione degli argomenti trattati occorre possedere le conoscenze inerenti alla funzione ed al contenuto del bilancio d'esercizio, ai concetti di tasso di rendimento e di tasso di sconto, ed alle attività svolte dagli intermediari finanziari con riferimento ai servizi di finanziamento.
Alcune parti del programma sono svolte in coordinazione con il corso di Economia del Mercato Mobiliare.

Programma del corso

Il corso si articola in due parti.
La prima parte 4 CFU (32 ore) è relativa all'analisi di bilancio e della dinamica finanziaria. In questa parte vengono approfondite le modalità di valutazione dei risultati economici finanziari aziendali a consuntivo e previsionali, attraverso l’analisi di bilancio per indici e la costruzione del rendiconto finanziario.

La seconda parte 2 CFU (16 ore) è relativa all'analisi delle decisioni di investimento ed è dedicata alle principali problematiche relative alle decisioni di investimento in ambito aziendale con un focus particolare sulle tecniche di capital budgeting, sul costo del capitale e sulle decisioni di struttura finanziaria relative alla scelta tra debito e capitale proprio.

Questi argomenti verranno contestualizzati nell'ambito delle attività svolte dalla funzione tesoreria e finanza delle aziende.

Metodi didattici

L'insegnamento si svolge in presenza ed è erogato in lingua italiana.
I metodi didattici comprendono:
- lezioni frontali per la trattazione teorica degli argomenti;
- lezioni frontali per lo svolgimento di esercitazioni per l'applicazione pratica;
- discussione di casi per acquisire capacità di analisi e di collegamento;
- inoltre è sempre attivo il ricevimento settimanale per chiarimenti.

Testi di riferimento

Testi consigliati:
Brealy, Myers, Allen e Sandri, Capital Budgeting, McGraw Hill, 2011 (quarta edizione) [Capp. 4, 5, 7, 8, 11, 12 e 19]
Canovi L., Analisi di bilancio e previsione finanziaria. Principi e strumenti, 2° Edizione Giappichelli, Torino 2007. [Cap. 1, cap. 2, cap. 3]
Cattaneo M., Manuale di Finanza Aziendale, Il Mulino, Bologna 1999 [cap. 5 e cap. 19]

Sulla pagina Moodle dell'insegnamento verranno messi a disposizione:
- le slide utilizzate durante le lezioni frontali
- i testi di problemi ed esercizi che verranno discussi durante le lezioni frontali.
Questi materiali costituiscono parte integrante del programma d'esame.

Verifica dell'apprendimento

Per la verifica dell'apprendimento si identificano le seguenti due situazioni:

1) PROVA INTERMEDIA:
E' prevista la facoltà per gli studenti, frequentanti e non frequentanti, di sostenere una prova intermedia che si terrà nel periodo di interruzione delle lezioni (novembre), e una prova finale durante il primo appello della sessione invernale.
Gli studenti possono sostenere la prova finale solo dopo aver superato la prova intermedia e non averne rifiutato l’esito.

La prova intermedia si sostanzia in una prova scritta (senza possibilità di integrazione orale), formata da 2/3 domande riguardanti le parti di analisi di bilancio per indici e flussi di cassa. La prova avrà una durata complessiva di 60 minuti.
La valutazione è positiva con un punteggio complessivo di almeno 18/30. Gli esiti saranno pubblicati su Esse3, di norma entro dieci giorni dal giorno previsto per la prova intermedia.
La prova intermedia avrà fattore di ponderazione pari al 50% per la definizione del voto complessivo.
La prova finale si sostanzia in una prova scritta (senza possibilità di integrazione), formata da 2/3, riguardante le parti di capital budgeting e flussi di cassa del programma. La prova avrà una durata complessiva di 60 minuti. La prova finale avrà fattore di ponderazione pari a 50% per la definizione del voto complessivo.
L'esame è superato con un punteggio complessivo di almeno 18/30. Gli esiti pubblicati su Esse3, che corrispondono alla valutazione complessiva delle due prove (intermedia e finale), saranno pubblicati di norma entro dieci giorni dal giorno previsto per la prova finale.


2) MANCATO SUPERAMENTO O NON EFFETTUAZIONE DELLA PROVA INTERMEDIA:

L'esame si svolgerà al termine dell'insegnamento secondo il calendario ufficiale degli appelli d'esame.
La prova d’esame è scritta.
La durata è di 90 minuti
L'esame prevede quattro/cinque domande aperte con indicazione del relativo punteggio.
Le domande riguardano:
- la risoluzioni di esercizi, attraverso l’applicazione dei metodi di analisi sviluppati nelle esercitazioni ed il commento dei relativi risultati (analisi di bilancio e capital budgeting)
- la presentazione e illustrazione di concetti relativi all'analisi di bilancio per indici e flussi, ai criteri di valutazione degli investimenti ed al costo del capitale.

Oltre alla dimostrazione di aver compreso i concetti al fine di interpretare correttamente la performance aziendale, gli studenti devono utilizzare un linguaggio appropriato con l'analisi aziendale, sviluppando un primo senso critico alla luce dei punti di forza/debolezza che le strumentazioni presentano.

Risultati attesi

Coerentemente con gli obiettivi indicati, alla fine del corso lo studente/la studentessa avrà raggiunto i seguenti risultati:
1) Conoscenza e capacità di comprensione. Al termine dell’insegnamento la/lo studentessa/studente conoscerà:
a. gli strumenti di analisi della dinamica aziendale a consuntivo ed in ottica previsionale
b. la metodologia alla base dell’analisi degli investimenti
c. il concetto di rischio/rendimento applicabile con riferimento alla valutazione della convenienza economica di progetti di investimento
2) Conoscenza e capacità di comprensione applicate
a. applicare correttamente gli strumenti alle necessità informative
b. effettuare scelte d’investimento in modo consapevole
c. valutare l'applicabilità di strategie finanziarie alla luce dei concetti di rischio e di rendimento
3) Autonomia di giudizio
a. saper raccogliere, analizzare e interpretare le informazioni relative agli ambiti finanziari
b. essere in grado di scegliere in modo autonomo gli strumenti più adatti a fornire una corretta interpretazione della dinamica aziendale e delle relative determinanti
c. capacità di valutare i punti di forza e di debolezza degli strumenti impiegati
d. cogliere situazioni e problemi aziendali e formulare e formalizzare giudizi propri
4) Abilità comunicative
a. saper utilizzare opportunamente concetti, argomenti e termini specifici dell’insegnamento;
b. saper riconoscere e utilizzare un linguaggio economico finanziario rigoroso sul piano tecnico e appropriato nel comunicare;
c. saper esprimere concetti e argomentare, utilizzando opportunamente la terminologia tecnico-economica, sia con interlocutori esperti che non esperti della materia
5) Capacità di apprendimento
a. comprendere e interpretare le informazioni diffuse dalle aziende con riferimento alle performance economico/patrimoniale/monetarie;
b. sviluppare, organizzare e integrare le conoscenze in autonomia.
c. l’insegnamento fornisce abilità di apprendimento necessarie per affrontare ulteriori studi universitari e post-universitari con un alto grado di autonomia.