Foto personale

Pagina personale di Stefano CONTI

Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche
Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche - Sede Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche

Contenuti Insegnamento: Geologia regionale

Corso di studio: SCIENZE GEOLOGICHE (D.M. 270/04) (offerta formativa anno 2017)
  • CFU: 6
  • SSD: GEO/02

Obiettivi formativi

leggere e ordinare delle successioni stratigrafiche. • interpretare le successioni stratigrafiche in termini di ricostruzioni paleogeografiche. • inquadrare i dati stratigrafici nel contesto tettonico e geodinamico. • ricostruire nelle linee essenziali la storia geologica di una regione attraverso la lettura e l’interpretazione di carte geologiche di vario tipo. • ricostruire la storia geologica di una regione attraverso l’utilizzo di dati provenienti da varie discipline di scienze della Terra (stratigrafia, sedimentologia, paleontologia, petrografia, geologia storica e paleogeografia, tettonica). conoscere i principali elementi sedimentologici, paleontologici, petrografici, strutturali di una determinata area geologica capire i processi geologici che hanno portato modificazioni nel corso del tempo ad una determinata area geologica

Prerequisiti

Per l’ammissione alla verifica finale del corso occorre aver sostenuto con successo gli esami di: Geologia del Sedimentario, Geologia strutturale e Petrografia.

Programma del corso

Introduzione. Le discipline che concorrono allo studio geologico di una determinata area. Evoluzione sedimentaria e tettonica dell'Italia dal Cambriano ad oggi. Paleogeografia dell’area mediterranea dal Cambriano ad oggi. Lineamenti di Geologia italiana - Alpi, Appennino settentrionale e meridionale, Pianura Padana e avanfossa appenninica, massiccio Sardo-corso, mari circostanti (Ligure, Adriatico, Tirreno, Ionio). Approfondimenti tematici di aree di particolare interesse geologico e naturalistico: la successione delle aree segue l’ordine cronologico di affioramento dei vari terreni - Sardegna, Dolomiti, Appennino settentrionale: catena e avanfossa, le principali aree vulcaniche italiane del Cenozoico. Geodinamica dell'area italiana e Mediterranea al fine ci comprendere i fenomeni sismici e vulcanici che caratterizzano il nostro territorio. Cartografia regionale - (Esercitazioni) Ricostruzione della storia geologica: stratigrafia e tettonica di varie aree italiane tramite carte geologiche. Ricevimento Giovedì 14-16

Testi di riferimento

Appunti e materiale del corso. Gelati R. (2013) Storia geologica del paese Italia. Diabasis Ed. G. Gasperi (1995) - Geologia regionale. Pitagora Ed. Bologna. Alvarez W. (2010) Le montagne di San Francesco. Fazi Ed. Guide Geologiche Regionali: N.3 – Le Alpi dal M. Bianco al Lago Maggiore (1992); N.4 - Appennino tosco-emiliano (1994); N.7 – Appennino Umbro-marchigiano (1994). BE-MA ed., Milano. Bosellini A. (2005) Storia Geologica d'Italia. Zanichelli. Stingl & Wachtler (1999). Dolomiti, la genesi di un paesaggio.Athesia Episodes (2003) Geology of Italy, v.26/3 Pfiffner (2014) Geology of the Alps. Wiley

Metodi Didattici

lezioni frontali, utilizzo sistema multimediale, esercitazioni con lettura di carte geologiche, visione di filmati e di immagini di affioramenti significativi, tutoraggio e ripassi su argomenti a richiesta

Verifica dell'apprendimento

esame orale: il colloquio verterà sulla descrizione geologica delle aree esaminate e sulla formazione della catena alpina ed appenninica

Risultati attesi

Lo studente alla fine del Corso dovrà essere in grado di: Conoscenza e capacità di comprensione: capire che una catena montuosa è il frutto della complessa interazione di 3 processi principali: sedimentazione, tettonica, erosione. conoscere i principali elementi sedimentologici, paleontologici, petrografici, strutturali di una determinata area geologica capire i processi geologici che hanno portato modificazioni nel corso del tempo ad una determinata area geologica Capacità di applicare conoscenza e comprensione leggere e ordinare delle successioni stratigrafiche. interpretare le successioni stratigrafiche in termini di ricostruzioni paleogeografiche. inquadrare i dati stratigrafici nel contesto sedimentologico, tettonico e geodinamico. ricostruire nelle linee essenziali la storia geologica di una regione attraverso la lettura e l’interpretazione di carte geologiche di vario tipo. ricostruire la storia geologica di una regione attraverso l’utilizzo di dati provenienti da varie discipline di scienze della Terra (stratigrafia, sedimentologia, paleontologia, petrografia, geologia storica e paleogeografia, tettonica). Autonomia di giudizio ordinare in modo autonomo le principali tappe evolutive della geologia dell’area italiana e valutarne il relativo utilizzo in termini ambientali e applicativi. Abilità comunicative descrivere ed esporre in modo logico, chiaro e ordinato gli aspetti significativi che caratterizzano la geologia dell’area italiana e la sua importanza all’interno delle discipline di Scienze della Terra; presentare oralmente ai compagni alcuni argomenti approfonditi attraverso ricerche bibliografiche. Capacità di apprendimento saper approfondire in modo autonomo le tematiche trattate durante il corso. 2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione 3. Autonomia di giudizio 4. Abilità comunicative 5. Capacità di apprendimento