Foto personale

Pagina personale di Giorgio SANTORO

Dipartimento Educazione e Scienze Umane
Dipartimento Educazione e Scienze Umane sede ex-Fisica

Contenuti Insegnamento: Fisica I

Corso di studio: CHIMICA (D.M. 270/04) (offerta formativa anno 2017)
  • CFU: 9
  • SSD: FIS/02

Obiettivi formativi

Conoscenza e capacità di comprensione: Al termine del corso lo studente avrà la capacità di analizzare semplici situazioni fisiche relative alla meccanica del punto e dei corpi estesi. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Al termine del corso lo studente avrà sviluppato la capacità di impostare strategie di soluzione dei problemi scegliendo il formalismo piu' adatto. Autonomia di giudizio: Al termine del corso lo studente avrà sviluppato la capacità di individuare autonomamente le strategie risolutive di problemi fisici anche in ambiti non esplicitamente trattati nel corso. Abilità comunicative: Al termine del corso lo studente avrà sviluppato la capacità di relazionare relativamente usando un linguaggio specialistico adeguato. Capacità di apprendimento: Al termine del corso lo studente avrà sviluppato la capacità di analisi dei problemi di fisica che si riscontrano in ambiti disciplinari non fisici e la messa in opera di opportune strategie risolutive.

Prerequisiti

Nessuno

Programma del corso

Il sistema internazionale Campi scalari e vettoriali Moto in una, due e tre dimensioni Moto Rettilineo Uniforme Moto Rettilineo Uniformemente Accelerato Traiettoria Velocita` vettoriale Accellerazione centripeta e tangenziale Moto Circolare Moto Armonico Moto Parabolico Forza e Leggi di Newton Applicazione delle leggi di Newton al moto di particelle libere e vincolate Reazione vincolare di appoggio e Tensione dei fili Forza di Attrito Lavoro delle Forze Energia Cinetica e Teorema delle forze vive Forze Conservative Forza Peso Forza Elastica Energia Potenziale Energia Meccanica Teorema di conservazione dell'energia meccanica Quantita` di moto Conservazione della quantita` di moto Urti binari centrali Sistemi di particelle Centro di Massa Teorema di conservazione della quantita' di moto Dinamica dei Moti Rotatori Momento di una forza e Momento Angolare Momento d'inerzia Dinamica di rotazione dei corpi vincolati ad un asse Onde Onde Elastiche, Piane, Sferiche e Monocromatiche Interferenza e Diffrazione Ottica Geometrica La Gravitazione Forza e Potenziale gravitazionale Moto dei pianeti Velocita` di fuga Statica dei Fluidi Fluidi ideali Densita` e pressione Principio di Pascal Legge di Stevino Dinamica dei Fluidi Moto laminare e turbolento Equazione di Bernouilli con applicazioni Fluidi viscosi Legge di Poisseille La verifica del profitto avverrà tramite esame scritto e orale. orario di ricevimento : mercoledi' e giovedi' 15-17 oppure su appuntamento richiesto via e-mail

Testi di riferimento

Resnik, Halliday, Krane, Fisica 1, CEA Milano, 2007 qualunque altro libro di Fisica Generale 1 ad uso universitario

Metodi Didattici

Lezioni partecipate per lo sviluppo della parte teorica. Esercizi numerici guidati sulla Meccanica. Attività di laboratorio guidata per la parte di ottica geometrica. orario di ricevimento : mercoledi' e giovedi' 15-17 oppure su appuntamento richiesto via e-mail

Verifica dell'apprendimento

La verifica del profitto avverrà tramite esame che consiste in una prova scritta e una prova orale. Modalità per studenti lavoratori: gli studenti lavoratori che non possono frequentare le lezioni devono comunicarlo al docente e possono studiare gli argomenti sui libri di testo consigliati.

Risultati attesi

Conoscenza e capacità di comprensione: Tramite le lezioni in aula e il materiale didattico eventualmente fornito al termine del corso lo studente avrà le conoscenze di base della della teoria della meccanica e dell'ottica geometrica. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Tramite le esercitazioni numeriche effettuate in aula al termine del corso lo studente sarà in grado di applicare queste conoscenze a problemi di fisica che convolgono i contenuti citati Autonomia di giudizio: Grazie alla varietà di esempi forniti al termine del corso lo studente sarà in grado di riconoscere in modo autonomo gli approcci descrittivi e i metodi di calcolo appropriati ai diversi tipi di problemi di fisica classica. Abilità comunicative: Grazie alle discussioni con il docente e il colloquio finale al termine del corso lo studente sarà in grado di relazionare oralmente sugli argomenti presentati nel corso con un linguaggio tecnico e formalismo appropiati. Capacità di apprendimento: Lo studio permetterà lo sviluppo di abilità di apprendimento autonomo e di approfondimento di argomenti collaterali a quelli presentati nel corso.