Foto personale

Pagina personale di Marina BONDI

Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali

Contenuti Insegnamento: English language mediation and translation

Corso di studio: LANGUAGES FOR COMMUNICATION IN INTERNATIONAL ENTERPRISES AND ORGANIZATIONS - LINGUE PER LA COMUNICAZIONE NELL'IMPRESA E NELLE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI (offerta formativa anno 2017)
  • CFU: 9
  • SSD: L-LIN/12

Obiettivi formativi

Il corso intende: 1) sviluppare abilità comunicative e capacità di mediazione interculturale avanzate in ambiti istituzionali e aziendali, e in particolare 1a) promuovere il raggiungimento di una più chiara consapevolezza delle dinamiche linguistiche come anche la riflessione attenta sulle differenze culturali; 1b) riflettere sulle strategie linguistiche intese a facilitare la comunicazione interculturale in una vasta gamma di contesti istituzionali; 2) promuovere lo sviluppo di capacità di traduzione e revisione in contesti aziendali e istituzionali, e più specificamente 2a) fornire una introduzione alle principali problematiche della traduzione specialistica e ricreazione del testo nella lingua target in ambito aziendale e istituzionale; 2b) introdurre le più comuni tecniche di trasposizione linguistica, con particolare riferimento a quelle comunemente adottate nel passaggio dall’inglese all’italiano; 2c) migliorare le capacità d’uso di strumenti lessicografici e altri strumenti di consultazione (corpora, banche dati terminologiche, ecc.).

Prerequisiti

Si consiglia di avere sostenuto l'esame di inglese del primo anno e la certificazione C1 (o pari livello) per la lingua inglese prima dell'esame.

Programma del corso

Il corso fornisce alcuni strumenti fondamentali per l’analisi del discorso in una prospettiva di comunicazione interculturale. Particolare attenzione è dedicata al discorso specialistico e alle relative problematiche. Più in dettaglio, si focalizza sulle dinamiche che emergono in situazioni comunicative e generi testuali diversi e mostra come tali dinamiche tengano conto non solo degli aspetti testuali, ma anche di quelli pragmatici e delle aspettative che derivano dal contesto situazionale-culturale e dal genere testuale. Particolare attenzione verrà prestata al confronto cross-culturale, alle caratteristiche dei diversi tipi di testo e di traduzione, nonché alle risorse per la traduzione e la revisione di testi: dizionario, risorse web, corpora specialistici. Una volta introdotte questioni fondamentali nell’analisi del discorso specialistico e nel campo degli studi traduttivi, si prenderanno in considerazione due generi comunicativi: documenti di “corporate social responsibility” e modelli contrattuali. Partendo dal valutarne le caratteristiche di organizzazione testuali e le scelte pragmatiche e lessico-sintattiche, l’analisi sarà orientata all’identificazione dei problemi traduttivi e delle scelte possibili per il traduttore. Gli studenti con una insufficiente padronanza dell’italiano potranno svolgere attività di riscrittura e preparare a partire da materiali tecnico-specialistici pagine web informativo-divulgative o presentazioni.

Testi di riferimento

MUNDAY, J. 2016. Introducing Translation Studies. Theories and Applications. 4th edition. Routledge. – Un volume a scelta/A choice of one book:  BOWKER, L. 2002. Computer-aided Translation Technology. University of Ottawa Press.  PÖCHHACKER F. 2004. Introducing Interpreting Studies. London: Routledge .  ALCARAZ E., HUGHES B. 2002, Legal Translation Explained, St. Jerome, Manchester, 2002.  SARCEVIC SUSAN, 1997, New Approach to Legal Translation. Kluwer Law International.  CHENG LE, KUI SIN KING, ANNE WAGNER, 2014, The Ashgate Handbook of Legal Translation.  KOESTER, A. 2004. The Language of Work, Routledge.  BREEZE R.2013, Corporate Discourse, Bloomsbury Academic  KONG, K.2014. Professional Discourse, Cambridge University Press.  DARICS E. (ed.) 2015, Digital Business Discourse, Palgrave.

Metodi Didattici

La didattica mira a far raggiungere gli obiettivi proposti attraverso una partecipazione attiva degli studenti alle attività proposte. Da un punto di vista metodologico, si integrano attività volte a sviluppare capacità operative nella lingua attraverso la creazione di situazioni comunicative, ad attività volte a sviluppare consapevolezza linguistica e capacità critiche attraverso una riflessione sulla lingua e sulla cultura. Un ruolo importante assume anche la dimensione dell'apprendere ad apprendere e dello sviluppo della capacità di formazione autonoma.

Verifica dell'apprendimento

L’esame finale si compone di due prove: una scritta e una orale. La prova scritta prevede: - una traduzione dall’inglese all’italiano di una sezione di un contratto (ca. 150-180 parole) e una traduzione dall’italiano all’inglese di un estratto di un rapporto sulla responsabilità sociale d’impresa (ca. 150-180 parole) – totale ca. 350 parole: si possono utilizzare le risorse online, corpora disponibili sulla pagina Dolly del corso, e i dizionari monolingue e bilingue (2 ore). Gli studenti con una insufficiente padronanza dell’italiano dovranno eseguire due attività di riscrittura/revisione (in inglese). Il colloquio orale prevede: - una iniziale traduzione a vista; - la discussione dei testi previsti nel programma di esame. Agli studenti con padronanza insufficiente dell'italiano sarà chiesto di eseguire un riassunto a vista (in inglese). Seguirà quindi la discussione dei testi previsti nel programma di esame. Gli studenti frequentanti potranno sostenere una prova intermedia. Il superamento della prova intermedia sostituisce la prova scritta di fine corso e la parte di traduzione/riassunto a vista nel colloquio finale.

Risultati attesi

Al termine del corso gli studenti dimostreranno: - conoscenze su aspetti dei generi discorsivi considerati; - capacità di risolvere problemi relativi alla redazione e traduzione dei testi considerati; - capacità di identificare e interpretarne aspetti relativi a differenze linguistiche, culturali e istituzionali; - capacità di applicare le loro conoscenze alla risoluzione dei problemi traduttivi e di argomentare le proprie scelte; - capacità di comprendere le informazioni principali di un discorso e sintetizzarlo nell'altra lingua; - capacità di scegliere le risorse traduttive (anche elettroniche e online) più adeguate al problema, in una prospettiva di apprendimento continuo; - capacità di individuare problematiche e approcci principali nel campo degli studi traduttivi; - capacità di discutere criticamente la letteratura di riferimento.