Foto personale

Pagina personale di Mauro MARCHETTI

Dipartimento Educazione e Scienze Umane
Dipartimento Educazione e Scienze Umane sede ex-Scienze della Terra

Contenuti Insegnamento: Geografia

Corso di studio: SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA (D.M. 270/04) (offerta formativa anno 2017)
  • CFU: 9
  • SSD: M-GGR/01

Obiettivi formativi

Il corso intende fornire gli elementi ed i contenuti di base per sviluppare negli studenti quei saperi e quegli atteggiamenti corretti, indispensabili per proporsi come educatori e formatori sui principali aspetti dell'educazione ambientale. Il corso è perciò dedicato a rafforzare le conoscenze di base sia per l'indirizzo scuola dell'infanzia sia per quello della scuola primaria. Il corso è integrato da un Laboratorio a FREQUENZA OBBLIGATORIA (1 CFU) per idoneità da conseguire prima dell'esame. Il laboratorio è orientato a fornire metodi e strumenti da utilizzare nella pratica scolastica della scuola dell'infanzia (25%) e della scuola primaria (75%). Le informazioni sui laboratori sono disponibili su dolly.

Prerequisiti

Nessuno

Programma del corso

Il corso è suddiviso in più parti. Nella prima sono affrontati temi riguardanti le caratteristiche del pianeta Terra. In primo luogo sarà affrontato il tema generale della collocazione della Terra nel sistema solare con particolare riguardo all'influenza esercitata dai vari corpi celesti sul nostro Pianeta. Particolare attenzione, giustificata dalla necessità di inserire stabilmente queste tematiche nel bagaglio culturale di un futuro insegnante, dovrà essere posta sul tema dei moti che coinvolgono il nostro pianeta e sulle conseguenze che da essi ne derivano. Un secondo insieme di argomenti riguarderà la costituzione del pianeta Terra e l'evoluzione di quest'ultima nel tempo. In questa parte del corso saranno affrontati argomenti che riguardano i rapporti tra forze endogene ed esogene che giustificano la trasformazione del paesaggio terrestre. Una terza parte del corso, di carattere più pratico, tratterà della rappresentazione della superficie terrestre; saranno perciò affrontate in modo semplice problematiche relative alla cartografia anche attraverso l'elaborazione da parte dello studente di semplici esercitazioni pratiche che devono trovare riferimento anche nelle attività laboratoriali previste in collegamento con il corso. Nella parte finale del corso sono affrontati problemi riguardanti i processi di modellamento esogeno della superficie terrestre più frequenti e maggiormente perturbanti per l'ambiente antropico. Tra questi il modellamento nell'ambiente fluviale, in quello marino, nonché gli effetti della gravità sui versanti, del gelo-disgelo e della neve in ambienti montani oltre all'azione dei ghiacciai.

Testi di riferimento

Marchetti (2004): I segreti della Terra - Corso di geografia fisica e geomorfologia. Pitagora ed., Bologna.

Metodi Didattici

Lezioni frontali, esercitazioni pratiche e laboratorio a piccolo gruppo, utilizzo di supporti multimediali, seminari.

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento avviene attraverso un esame orale. La prova d'esame consiste nella valutazione della conoscenza da parte dello studente dei principali processi che presiedono ai moti della Terra, alla sua forma e alla sua rappresentazione. Particolare attenzione viene posta nel valutare la comprensione delle relazioni causa-effetto nell'ambito dell'evoluzione del paesaggio di diversi sistemi morfoclimatici.

Risultati attesi

Conoscenza e capacità di comprensione: Tramite lezioni in aula e discussioni collegiali nelle quali è fornita agli studenti la possibilità di interagire lo studente apprende i principi e i metodi della geografia e della geografia fisica con particolare riferimento all'evoluzione della superificie terrestre. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Tramite esercitazioni pratiche e laboratori, lo studente è in grado di applicare le conoscenze acquisite per la lettura di carte topografiche e di progettare esperienze didattiche come futuro insegnante. Autonomia di giudizio: lo studente è in grado di analizzare, discutere criticamente ed esporre i progetti laboratoriali ottenuti. Abilità comunicative: La relazioni scritte permettono allo studente di sviluppare la capacità di presentare i dati ottenuti in modo pertinente; di discutere gli elaborati prodotti con linguaggio tecnico-scientifico appropriato e di sostenere eventualmente una discussione in merito alle implicazioni pedagogiche dei contenuti appresi. Capacità di apprendimento: le attività effettuate consentono allo studente di acquisire gli strumenti metodologici necessari per affrontare positivamente lo studio di discipline scientifiche nel prosieguo della carriera universitaria e professionale.