Foto personale

Pagina personale di Gian Carlo MANICARDI

Dipartimento di Scienze della Vita
Dipartimento di Scienze della Vita sede ex-Agraria

Contenuti Insegnamento: Genetica

Corso di studio: SCIENZE NATURALI (D.M. 270/04) (offerta formativa anno 2017)
  • CFU: 7
  • SSD: BIO/18

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire le conoscenze fondamentali di genetica necessarie per comprendere i meccanismi molecolari alla base dell'evoluzione, della biologia cellulare e dello sviluppo.

Prerequisiti

Conoscenze relative alle nozioni fondamentali di biologia cellulare e di chimica delle molecole di interesse biologico.

Programma del corso

Il ciclo cellulare. Mitosi e meiosi. Riproduzione sessuale e variabilità. Genotipo e fenotipo. La genetica mendeliana. Le basi cromosomiche dell'ereditarietà. La determinazione del sesso. I caratteri legati al sesso in sistemi eucarioti. Estensione dell'analisi della genetica mendeliana. Alleli multipli, variabilità delle relazioni di dominanza, interazione fra geni e rapporti mendeliani modificati. Linkage, crossing-over e mappatura genica negli eucarioti. Analisi genetica nei procarioti: trasformazione batterica e trasduzione. La struttura del materiale genetico: DNA ed RNA, organizzazione della cromatina, complessità delle sequenze eucatiotiche. Replicazione del DNA e ricombinazione. Trascrizione e maturazione dell'RNA. Il processo di traduzione, la struttura delle proteine e il codice genetico. Controllo dell'espressione genica. Mutazioni geniche, mutazioni cromosomiche e genomiche. Sequenze genetiche mobili. La genetica evoluzionistica (genetica di popolazioni): frequenze alleliche, la legge di Hardy -Heisenberg. La variabilità genetica in popolazioni naturali. Le cause di variazione delle frequenze alleliche in popolazioni naturali: selezione naturale, mutazione, deriva genetica, migrazione. La speciazione.

Testi di riferimento

Pierce BA Genetica. Zanichelli Russel PJ Genetica agraria Edises Snustad DP, Simmons MJ Principi di Genetica Edises

Metodi Didattici

Il corso consisterà in lezioni frontali su diversi argomenti. In particolare per ciascun argomento sarà fornito il relativo supporto didattico per permettere allo studente di acquisire una adeguata conoscenza nei diversi ambiti trattati. Il docente farà inoltre numerosi riferimenti crociati tra i diversi argomenti trattati in modo da consentire agli studenti di avere una consolidata conoscenza generale relativa alla genetica. Il ricorso a numerosi esempi pratici sarà utilizzato per consolidare le conoscenze teoriche acquisite nelle lezioni frontali.

Verifica dell'apprendimento

Durante le lezioni frontali il docente verificherà il livello delle conoscenze acquisite ponendo agli studenti specifici quesiti. L'esame finale sarà orale e prevedrà di rispondere a domande relative agli argomenti affrontati a lezione. La valutazione finale consisterà nei seguenti parametri: 1. capacità di esporre gli argomenti oggetto delle domande; 2. capacità di collegare diversi argomenti trattati. L'esame sarà considerato superato solo a fronte del raggiungimento di un giudizio sufficiente per entrambi i parametri analizzati.

Risultati attesi

I risultati attesi consistono nella comprensione della genetica di mendeliana e della biologia degli acidi nucleici al fine di comprendere anche, perché la genetica abbia numerose applicazioni pratiche che spaziano dalla biomedicina all'agricoltura e alla conservazione animale. Il corso permetterà inoltre allo studente di acquisire diverse competenze definite dai descrittori di Dublino III, IV, V.