Foto personale

Pagina personale di Stefano LUGLI

Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche
Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche - Sede Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche

Contenuti Insegnamento: Sedimentologia

Corso di studio: SCIENZE GEOLOGICHE (D.M. 270/04) (offerta formativa anno 2017)
  • CFU: 6
  • SSD: GEO/02

Obiettivi formativi

Introdurre lo studente alle conoscenze più recenti sulla origine delle rocce sedimentarie attraverso lo studio delle caratteristiche tessiturali e sedimentologiche. - comprendere gli strumenti necessari per l’analisi di successioni sedimentarie - Riconoscere la composizione e le tessiture le rocce sedimentarie ai fini della loro classificazione; - comprendere i meccanismi di trasporto e i tipi di deposito; - conoscere i processi e l’architettura di facies degli ambienti deposizionali. - Descrivere in affioramento litologie, tessiture e strutture sedimentarie di una successione ai fini della ricostruzione degli ambienti deposizionali;

Prerequisiti

Nessun prerequisito specifico

Programma del corso

Alterazione, erosione, meccanismi di trasporto e deposizione e sedimenti che ne derivano. I principali ambienti sedimentari e le relative associazioni di facies (ambienti alluvionali, marini marginali e mare profondo). Trasporto e deposizione dei sedimenti. Caratteri tessiturali dei sedimenti. Strutture sedimentarie. Facies sedimentarie, associazioni di facies, processi genetici e ambienti deposizionali. Analisi dei sedimenti in laboratorio per effettuarne la classificazione, ricostruirne la provenienza e riconoscere i fenomeni diagenetici. Modalità dell’accertamento finale: prova orale Orario di ricevimento: Martedì e Mercoledì dalle 11.00 alle 13.00 presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, Via Campi 103, 41125 Modena, Tel. 059/2058475, Fax 059/2055887; e-mail: stefano.lugli@unimore.it http://personale.unimore.it/Rubrica/Dettaglio/luglis

Testi di riferimento

Le dispense fornite dal docente sono sufficienti per la preparazione dell’esame, lo studente può eventualmente elaborare approfondimenti utilizzando i seguenti testi: The pdf files provided by the teacher are sufficient for the exam preparation, the students may eventually deepen their knowledge using the following textbooks: • BOSELLINI A., MUTTI E. e RICCI LUCCHI F., Rocce e successioni sedimentarie; UTET Scienze della Terra, Torino, 1989. A.D. Miall, "Principles of sedimentary basin analysis", Third edition, Springer-Verlag Inc., New York, 2000. • Reading. H.G., 1996, Sedimentary Environments and Facies: Processes, Facies and Stratigraphy, 3rd edition: Blackwell Scientific Publishing, 688p. • F. RICCI LUCCHI – Sedimentologia. Parte III. CLUEB, Bologna, 1978 Siti Web e Corsi Web GEOSED - Associazione Italiana per la Geologia del Sedimentario http://www.geosed.it/index.php USC Web Site on Sequence Stratigraphy (bellissimo sito di sedimentologia!) http://strata.geol.sc.edu/ An Online Guide to Sequence Stratigraphy http://www.uga.edu/~strata/sequence/seqStrat.html

Metodi Didattici

Lezioni frontali, attività pratiche di campagna, esercitazioni di laboratorio di sedimentologia e stratigrafia, lavoro di gruppo per restituzione grafica delle strutture sedimentarie; analisi di testi scientifici in lingua inglese, stesura ed esposizione di relazioni di gruppo.

Verifica dell'apprendimento

Analisi ed interpretazione di strutture sedimentarie da immagini e campioni; quesiti sugli aspetti teorici e pratici trattati durante il corso.

Risultati attesi

Conoscenza e capacità di comprensione: Attraverso le lezioni frontali lo studente apprende: i principi teorici della sedimentologia; la conoscenza e interpretazione delle strutture sedimentarie; informazioni sui differenti metodi per la interpretazione della evoluzione dei bacini sedimentari. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Attraverso l''attività di campagna e le esercitazioni di laboratorio lo studente applica direttamente i principi teorici della sedimentologia, acquisendo la capacità di descrivere e interpretare gli ambienti sedimentari e le dinamiche deposizionali. Autonomia di giudizio: Tramite l''attività di elaborazione grafica di sequenze sedimentarie e la discussione di gruppo lo studente impara a valutare criticamente e a riflettere sulle modalità di raccolta dei dati e sull''elaborazione di ipotesi interpretative. Abilità comunicative: La stesura di una relazione e l''esposizione in pubblico delle proprie conclusioni permettono allo studente di sviluppare la capacità di sintesi e acquisire modalità di comunicazione efficaci e sistematiche dei risultati ottenuti, apprendendo a sostenere un confronto critico nei confronti degli argomenti trattati. Capacità di apprendimento: Le attività descritte consentono allo studente di acquisire un metodo di approccio completo ed efficace per la gestione di problematiche scientifiche di tipo complesso fornendo gli strumenti per operare in autonomia e in gruppo le scelte per l’utilizzo delle metodologie di studio appropriate e della bibliografia specifica.