Nuova ricerca

GABRIELE BOLLINI

DOCENTE A CONTRATTO presso: Dipartimento di Ingegneria "Enzo Ferrari"

Insegnamento: Pianificazione Territoriale e Valutazione Ambientale Integrata

Ingegneria Per La Sostenibilita' Ambientale (D.M.270/04) (Offerta formativa 2018)

Obiettivi formativi

La prima parte del corso vuole offrire agli studenti alcuni elementi che li aiutino a orientarsi su ciò che è la pianificazione territoriale e urbanistica e la professione del planner. Verranno fornite alcune cognizioni sulle parole per un glossario della pianificazione e sui fondamenti della pianificazione. Verranno approfonditi ed articolati temi fondamentali della pianificazione territoriale e urbanistica. Nella seconda parte del corso verranno forniti elementi per capire come si fa a misurare il valore dell'ambiente. E come si attua la cosiddetta valutazione ambientale, cioè la procedura indicata dalla normativa (comunitaria e nazionale) per stabilire l'impatto o gli effetti ambientali di un progetto, di piano o un programma. Acquisire metodi di lettura e analisi del territorio e dell'ambiente. Conoscenza delle normativa vigente. Conoscenza dei fondamenti della pianificazione territoriale e urbanistica e della valutazione ambientale. In sostanza l'obiettivo formativo è fornire tutto quanto necessario per conoscere e capire la pianificazione territoriale e la valutazione ambientale dei piani.

Prerequisiti

Nessuno

Programma del corso

Il Corso è diviso in due parti: una prima parte sulla Pianificazione territoriale e urbanistica e una seconda parte sulla valutazione integrata dei piani. La prima parte del corso vuole offrire agli studenti alcuni elementi che li aiutino a orientarsi su ciò che è la pianificazione territoriale e urbanistica, soprattutto alla luce della nuova legge urbanistica regionale e sul cambio di paradigma sotteso: dell'urbanistica dello sviluppo all'urbanistica del consumo di suolo "zero" e della rigenerazione urbana diffusa. Un governo della città affrontato tenendo conto delle sfide ambientali di oggi: adattamento ai cambiamenti climatici, servizi ecosistemici, metabolismo urbano, vulnerabilità e resilienza.
Nella seconda parte del corso viene affrontato, anche conseguentemente, la necessità di affermare e rinnovare pesantemente la stessa valutazione dei piani (ValSAT in Emilia-Romagna) affinché sia una valutazione vera e utile. Un processo di valutazione che agisca come sistema di supporto alle decisioni (DSS): dalla costruzione del quadro conoscitivo ovvero diagnosi, alla costruzione della strategia di sostenibilità che da sostanza al nuovo piano urbanistico generale, alla fase attuativa con gli accordi operativi su progetti di rigenerazione per parti di città, al monitoraggio.

Metodi didattici

Il corso è strutturato con lezioni e analisi di casi studio e esperienze (legate soprattutto all'attuale fase sperimentale in corso di attuazione della LR 24/2017).

Testi di riferimento

Testi il cui studio è obbligatorio: Dispense e materiale didattico e informativo predisposti dal docente a supporto delle lezioni (slide, ecc.).

Testi consigliati:
Gabriele Bollini, Eliot Laniado, Maria Rosa Vittadini, Breviario per valutare la rigenerazione urbana, Regione Emilia-Romagna, 2018
Alberto Magnaghi, Il progetto locale, Bollati Boringhieri, 2010
Francesco La Camera, Misurare il valore dell'ambiente, Edizioni Ambiente, 2009
Progetto Enplan, Valutazione ambientale di piani e programmi, Programme InterregIIIB MEDOC

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento avviene, da un lato, con domande agli studenti durante il corso e, dall'altro, ovviamente, con l'esame finale che consiste in una prova scritta, con domande a risposta aperta sugli argomenti trattati nel corso, e con una prova orale che consiste nella simulazione di un caso di impostazione del processo di pianificazione e relativa valutazione.

Risultati attesi

L'aspettativa è che gli studenti alla fine del corso conoscano i contenuti di un processo di piano e di relativa valutazione, e siano in grado di collocarsi in uno staff tecnico di studio professionale o della pubblica amministrazione, dando il loro contributo alla riuscita del piano e della valutazione.