Foto personale

Pagina personale di Francesca BOSELLINI

Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche
Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche - Sede Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche

Contenuti Insegnamento: Paleoecologia

Corso di studio: SCIENZE NATURALI (D.M. 270/04) (offerta formativa anno 2017)
  • CFU: 6
  • SSD: GEO/01

Obiettivi formativi

Alla fine del corso lo studente dovrà conoscere e saper descrivere in modo logico e chiaro i concetti e i principi base dell'interpretazione paleoecologica, saper utilizzare alcuni fra i principali taxa fossili in chiave paleoecologica e saper applicare alcune fra le diverse metodologie proprie della disciplina. Dovrà inoltre essere in grado di ricavare informazioni di carattere paleoambientale e paleoclimatico attraverso l’analisi delle facies e microfacies.

Prerequisiti

Lo studente dovrà comunque essere in possesso dei concetti basilari della Paleontologia e della Geologia.

Programma del corso

1) Parte Introduttiva. Scopi e metodi della Paleoecologia. Definizione e utilizzo del concetto di facies. 2) Principi base dell’interpretazione paleoecologica. Suddivisioni dell’ambiente marino e principali fattori ecologici limitanti. Approccio morfofunzionale allo studio dei fossili. Sinecologia: parametri per lo studio di popolazioni e comunità. 3) Associazioni fossili e aspetti tafonomici. 4) Analisi di facies. Componenti delle rocce carbonatiche e identificazione dei grani. Classificazione delle rocce carbonatiche. Analisi di microfacies. Metodologie di studio in affioramento. 5) Interpretazione paleoecologica di facies e microfacies con analisi di casi studio.

Testi di riferimento

Oltre ai file pdf di tutte le lezioni: - Brenchley & Harper (1998). Palaeoecology: ecosystems, environments and evolution. Chapman and Hall Ed., London. - Flugel (2004). Microfacies of carbonate rocks. Springer Verlag, Berlin. - Sholle & Sholle (2003). A color guide to the petrography of carbonate rocks. AAPG Memoir 77, Tulsa, USA.

Metodi Didattici

Lezioni frontali. Alla parte teorica verrà affiancata un’escursione e attività di laboratorio al microscopio per la parte riguardante lo studio di microfacies. Attività e lavoro di gruppo per l''approfondimento di alcuni argomenti specifici illustrati durante il corso.

Verifica dell'apprendimento

Esame con valutazione in trentesimi. Prova orale per verificare il raggiungimento degli obiettivi fissati dal corso ed eventuali prove pratiche in itinere.

Risultati attesi

- Conoscenza e capacità di comprensione. Attraverso le lezioni frontali lo studente apprende: i concetti e i principi base dell'interpretazione paleoecologica, il significato dei principali taxa fossili in chiave paleoecologica, le diverse metodologie di indagine proprie della disciplina. - Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Lo studente impara a: utlizzare i principali gruppi di invertrebati nelle indagini paleoecologiche; ricavare informazioni di carattere paleoambientale e paleoclimatico attraverso l’analisi delle facies e microfacies. - Autonomia di giudizio. Tramite l''attività di gruppo su alcuni argomenti specifici lo studente impara a valutare, mettere in discussione e riflettere sull''elaborazione delle informazioni raccolte e a confrontarsi con gli altri sulla loro possibile interpretazione. - Abilità comunicative. Lo studente impara a descrivere in modo logico, chiaro e ordinato gli aspetti significativi che caratterizzano l’utilizzo dei fossili per l’interpretazione dei paleoambienti. Attraverso l''attività di gruppo impara a presentare oralmente ai compagni alcuni argomenti approfonditi attraverso ricerche bibliografiche. - Capacità di apprendimento. Le attività descritte consentono allo studente di acquisire la capacità di affrontare una disciplina scientifica attraverso un approccio multidisciplinare e di saper approfondire in modo autonomo le tematiche trattate durante il corso.