Foto personale

Pagina personale di Filippo PANINI

Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche
Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche - Sede Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche

Contenuti Insegnamento: Rilevamento geologico I

Corso di studio: SCIENZE GEOLOGICHE (D.M. 270/04) (offerta formativa anno 2017)
  • CFU: 9
  • SSD: GEO/02

Obiettivi formativi

La finalità generale di questo insegnamento è quella di introdurre lo studente allo studio delle rocce e dei corpi rocciosi (prevalentemente di natura sedimentaria) nel loro habitat naturale e alla produzione di elaborati relativi a tale studio (carte geologiche, sezioni stratigrafiche di dettaglio). Gli obiettivi generali dell'attività formativa sono: - stimolare lo studente a porsi domande sui vari “oggetti” geologici s.l. osservabili in campagna, in particolare riguardo la loro genesi, il loro significato geologico e le loro reciproche eventuali relazioni; - fornire allo studente quelle nozioni di base (se non già acquisite in corsi precedenti) e quelle indicazioni indispensabili per rispondere alle questioni del punto precedente; - permettere allo studente di apprendere le tecniche per il riporto su documenti ed elaborati specifici delle osservazioni e dei dati raccolti sul terreno. Al termine positivo dell'attività formativa lo studente dovrà sinteticamente essere in grado di: -conoscere la nomenclatura delle unità litostratigrafiche ed il loro significato, procedura di formalizzazione ed utilizzo; - eseguire correttamente sezioni geologiche di media difficoltà; - essere in grado di tradurre dall'inglese un breve testo di argomento specifico -eseguire in un gruppo ristretto ed in modo parzialmente autonomo un rilevamento geologico di un'area montana e riportarne i risultati in una carta geologica corredata di note illustrative.

Prerequisiti

Per poter sostenere la verifica finale del corso occorre aver superato le verifiche dei corsi di Geologia del sedimentario, Geologia strutturale e Petrografia. Per la proficua frequenza dell'attività è peraltro necessaria una buona conoscenza dei contenuti di questi corsi. L'attività formativa, di carattere pratico e con prevalente svolgimento anche autonomo in aree montane, richiede una sufficiente capacità di muoversi su terreni anche accidentati ed una sana e robusta costituzione fisica, nonche sufficienti capacità di autocontrollo e di autogestione e una buona predisposizione al lavoro in gruppo. E' inoltre necessario disponga dei seguenti pre-requisiti: - utilizzo con sufficiente proprietà e precisione della bussola da geologo per misurare i parametri di assetto di elementi planari e lineari - conoscenza dei rapporti tra elementi geologici (planari) e topografia; capacità di definire su di una carta topografica l'andamento di un elemento planare sulla base dei suoi parametri di assetto - conoscenza dei principali tipi di contatti discontinui tra corpi geologici e loro significato - conoscenza delle principali caratteristiche delle varie tipologie di rocce e loro nomenclatura, con particolare riguardo alle rocce sedimentarie - conoscenza dei principali tipi di stratificazione e delle varie modalita di classificazione e nomenclatura - conoscenza dei principali ambienti sedimentari continentali e marini e dei meccanismi e processi che regolano la sedimentazione - conoscenza delle principali strutture sedimentarie e loro meccanismi genetici - conoscenza della nomenclatura dei principali elementi tettonici

Programma del corso

Il significato di Rilevamento Geologico: generalità, scopi. La carta geologica. Lo studio di campagna come metodo scientifico. Le principali osservazioni durante il rilevamento. Nozioni generali di Geologia di Campagna: progettazione di una ricerca geologica di campagna. Le carte topografiche. Ricerche bibliografiche. La Carta Geologica d'Italia. Tecnica di rilevamento: equipaggiamento. Scelta dei percorsi. Il punto sulla carta. Osservazioni alla scala del versante. Osservazioni alla scala dell'affioramento. Come si prendono gli appunti sul terreno. Descrizioni da riportare nelle note. Raccolta dei campioni. Come si raccolgono i fossili. Studio dei contatti tra formazioni sovrapposte. Le faglie: riconoscimento sul terreno e significato. Riporto dei dati geologici sulla carta topografica: tipi di carte topografiche, i simboli convenzionali, le unità di distinzione cartografica, le correlazioni, interpolazioni di limiti, il Codice di nomenclatura stratigrafica. La relazione geologica: generalità, schema tipo, contenuti, consigli sulla redazione.

Testi di riferimento

G. BETTELLI & F. PANINI: Dispense per il corso (a disposizione degli studenti) CREMONINI G.: Rilevamento Geologico, Pitagora Editrice, Bologna, DAMIANI A. V.: Geologia sul terreno e rilevamento geologico, Editoriale Grasso, Bologna, 1984 modulo 2: Dispense fornite dal docente TUKER M.E. - The field description of Sedimentary Rocks. Handbook Seies - Geological Society of London. jonh Wiley & Sons. Ltd. 112 pp.,1982 TUKER M.E. - Rocce Sedimentarie: guida alla descrizione sugli affioramenti rocciosi. Ed. Italiana a cura di: Pietro di Stefano. D. Flaccovio Ed., 1996, 131 pp.

Metodi Didattici

Lezioni frontali - Esercitazioni in aula - Esercitazioni di gruppo sul terreno - Preparazione ed esposizione in aula da parte degli studenti di una relazione sulla geologia dell'Appennino modenese-reggiano - Rilevamento geologico assistito di un'area di catena con redazione di una relazione geologica corredata di sezioni geologiche

Verifica dell'apprendimento

- Elaborazione in coppia o in gruppo ristretto di una carta fotointerpretata preliminare al rilevamento di un'area montuosa: nella carta dovranno essere riportati i principali depositi superficiali e i limiti tra aree con potenziale differente substrato roccioso. - Prova individuale di traduzione dall'inglese di un breve testo scientifico: si dovrà fornire una traduzione che riporti con sufficiente chiarezza il senso del testo proposto. - Prova individuale scritta a domanda aperta su temi vari riguardanti la Geologia di Campagna: dovranno essere definiti con sufficiente chiarezza i concetti chiave relativi ad alcuni contenuti specifici - Esecuzione individuale di una sezione geologica ricavata da una carta geologica di un'area di catena strutturalmente complessa: si dovrà costruire un profilo nel quale siano correttamente riportati i rapporti stratigrafici tra le unità e le strutture tettoniche (faglie,pieghe). - Esecuzione di un rilevamento geologico in gruppi ristretti e parzialmente assistito: la prova viene condotta attraverso uno studio preliminare bibliografico seguito da più giornate di lavoro sul terreno corredate da attività di laboratorio di fotogeologia; agli studenti viene richiesta la redazione di una relazione finale corredata di carta geologica dell'area rilevata e sezioni geologiche. Giudizio finale di idoneità in base ad una valutazione del docente sul raggiungimento degli obiettivi formativi.

Risultati attesi

Conoscenza e comprensione - ricordare, definire, descrivere, spiegare e discutere i fondamenti della geologia di campagna; - ricordare e descrivere la nomenclatura e i sistemi di classificazione usati nella geologia di campagna; - spiegare e discutere i fondamenti teorico-pratici e le problematiche inerenti i metodi di acquisizione, interpretazione ed analisi di dati sul terreno; - ricordare lo specifico lessico geologico in lingua inglese; - spiegare e discutere i processi geologici documentabili sul terreno e la loro interazione con le attività umane; - riconoscere l'utilità di un approccio multidisciplinare ed interdisciplinare nel lavoro di campagna. Capacità di applicare conoscenza e comprensione - interpretare gli ambienti, i processi ed i materiali geologici; - sintetizzare informazioni geologiche ottenute in campo e organizzare e redigere documenti cartografici e testuali di tipo tecnico. Autonomia di giudizio - confrontare e giudicare le fonti e la sostanza delle informazioni ricevute da varie fonti - formulare giudizi e valutazioni specifiche circa diversi problemi di natura geologica. - valutare i risultati del proprio e altrui lavoro in termini di qualità ed efficienza; - identificare obiettivi e responsabilità collettive ed individuali. Abilità comunicative - presentare in modo logico, conciso e rigoroso, in forma di relazione i dati raccolti nel lavoro di campagna; - considerare e rispettare i punti di vista e le opinioni di altri componenti di un gruppo di lavoro. capacità di apprendimento - avere un approccio adattabile e flessibile al lavoro sul terreno.