Foto personale

Pagina personale di Alessandro VESCOGNI

Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche
Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche - Sede Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche

Contenuti Insegnamento: Paleoecologia e analisi di facies

Corso di studio: SCIENZE GEOLOGICHE (D.M. 270/04) (offerta formativa anno 2017)
  • CFU: 6
  • SSD: GEO/01

Obiettivi formativi

Alla fine del corso lo studente dovrà conoscere e saper descrivere in modo logico e chiaro i principi base dell'interpretazione paleoecologica, saper utilizzare alcuni fra principali taxa fossili in chiave paleoecologica e saper applicare le diverse metodologie proprie della disciplina. Orario ricevimento studenti: Lunedì dalle 9.00 alle 11.00, presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, via Campi 103, Tel.: 059/2058455, e-mail: alessandro.vescogni@unimore.it

Prerequisiti

Lo studente dovrà essere in possesso dei concetti base della paleontologia, stratigrafia e sedimentologia.

Programma del corso

Principi base della paleoecologia Principi base per l'utilizzo della documentazione fossile (uniformismo tassonomico, morfologia funzionale, sinecologia). Studio di alcuni taxa di particolare importanza: organismi biocostruttori (coralli, alghe calcaree, molluschi), foraminiferi. Caratteristiche fondamentali delle rocce carbonatiche: tipologie, componenti, classificazioni. Principi dell'analisi di facies: definizione di facies, analisi qualitative e quantitative, modelli interpretativi. Esempi di utilizzo di indagini geochimiche: isotopi del C e dell'O. Metodologie di studio in affioramento.

Testi di riferimento

Oltre alle dispense del corso: - Brenchley & Harper (1998). Palaeoecology: ecosystems, environments and evolution. Chapman and Hall Ed., London. - Flugel (2004). Microfacies of carbonate rocks. Springer Verlag, Berlin. - Sholle & Sholle (2003). A color guide to the petrography of carbonate rocks. AAPG Memoir 77, Tulsa, USA.

Metodi Didattici

Lezioni frontali, attività pratiche di campagna, esercitazioni di laboratorio al microscopio, lavoro di gruppo per elaborazione dati; stesura ed esposizione di una relazione finale.

Verifica dell'apprendimento

Analisi ed interpretazione paleoecologica di rocce carbonatiche al microscopio; domande sugli aspetti teorici trattati durante il corso; commenti sulla relazione di finale.

Risultati attesi

Conoscenza e capacità di comprensione: Attraverso le lezioni frontali lo studente apprende: i principi teorici della paleoecologia; la conoscenza di alcuni gruppi di organismi fossili di particolare importanza; informazioni sui differenti metodi alla base delle interpretazioni paleoecologiche (legati a paleontologia, stratigrafia, sedimentologia, geochimica). Capacità di applicare conoscenze: Attraverso l'attività di campagna e le esercitazioni di laboratorio lo studente diventa in grado di applicare i principi teorici della paleoecologia, acquisendo la capacità di descrivere e interpretare gli ambienti di formazione e le dinamiche deposizionali di una successione sedimentaria carbonatica. Autonomia di giudizio: Tramite l'attività di discussione di gruppo e la stesura di una relazione scritta lo studente impara a valutare, mettere in discussione e riflettere sull'elaborazione dei dati raccolti e sulla loro possibile interpretazione. Abilità comunicative: La stesura di una relazione e l'esposizione in pubblico delle proprie conclusioni permettono allo studente di sviluppare la capacità di sintesi e acquisire una modalità di comunicazione ordinata ed efficace dei risultati ottenuti, apprendendo a sostenere una discussione in merito agli argomenti trattati. Capacità di apprendimento: Le attività descritte consentono allo studente di acquisire un metodo di approccio efficace per la gestione di problematiche scientifiche di tipo complesso, imparando ad operare in autonomia una scelta fra differenti metodologie e banche dati a disposizione.