Nuova ricerca

Assunta FLORENZANO

Assegnista di ricerca presso: Dipartimento di Scienze della Vita sede ex-Biologia (Orto Botanico)

Insegnamento: Botanica

SCIENZE NATURALI (D.M. 270/04) (Offerta formativa 2017)

Obiettiivi formativi

Fornire le conoscenze di base riguardanti l'organizzazione generale delle piante, con particolare riferimento alle Spermatofite.

Prerequisiti

Nessuno

Programma del corso

Introduzione alla biologia delle piante. Cellule e tessuti: le cellule vegetali e la loro struttura con speciale riguardo a parete e sue modifiche, vacuoli e plastidi. Tessuti: dai meristemi ai tessuti adulti (parenchimatici, tegumentali, meccanici, vascolari, secretori). Organografia: fusto, radice e foglie. Passaggio al corpo secondario. Significato delle specializzazioni e adattamenti di organi in relazione all’ambiente e all’ecologia. Seme ed embrione: struttura del seme e dell’embrione; riserve nutritive e germinazione del seme. Riproduzione vegetativa e sua importanza nei vegetali. Cicli biologici. Ciclo biologico delle Angiosperme. Fotosintesi: l’apparato fotosintetico, il processo fotosintetico e gli scambi gassosi. Funghi: biologia dei funghi; principali gruppi di Funghi. Alghe: generalità e cenni di sistematica; principali gruppi di Alghe.

Metodi didattici

Il corso prevede lezioni frontali con l’ausilio di mezzi audiovisivi (presentazioni tipo PowerPoint e filmati naturalistici) e discussioni in classe condotte dal docente con coinvolgimento diretto degli studenti. E’ inoltre prevista una visita di studio con presso l’Orto Botanico di Modena. Orario di ricevimento: su appuntamento richiesto via e-mail (assunta.florenzano@unimore.it).

Testi di riferimento

Pasqua G, Abbate G, Forni C, 2015 - Botanica generale e diversità vegetale. 3° ed., Piccin Nuova Libraria, Padova. Evert RF, Eichhorn SE, 2013 - La biologia delle piante di Raven. 7° ed., Zanichelli, Bologna.

Verifica dell'apprendimento

Prova orale per verificare le competenze teoriche relative agli argomenti in programma e la capacità di esposizione dei concetti in modo corretto. L'esame si articola in sei domande, per ciascuna delle quali verrà assegnato un punteggio massimo di 5; la prova verrà superata se si risponde correttamente ad almeno 3 domande.

Risultati attesi

Conoscenza e capacità di comprensione: Tramite lezioni in aula lo studente apprenderà le conoscenze di base riguardanti l'organizzazione e la diversità della vita vegetale e acquisirà la capacità di comprendere la letteratura e le tecniche di base per lo studio delle piante. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Tramite discussioni collegiali e la visita di studio all’orto botanico lo studente sarà in grado di applicare i concetti appresi, sapendo individuare e discriminare fra loro i tipi di tessuti e i vari organi dal punto di vista istologico e anatomico, e collegare le specializzazioni e adattamenti, a livello anatomo-istologico, degli organi delle piante a funzioni diverse da quelle abituali. Autonomia di giudizio: tramite lo studio personale degli argomenti trattati in aula e le discussioni collegiali lo studente acquisirà una buona padronanza delle basi della disciplina e potrà discutere criticamente quanto appreso, oltre ad ampliare autonomamente le sue conoscenze e aggiornarsi sulla materia. Abilità comunicative: tramite la frequenza alle lezioni frontali e la partecipazione alle discussioni di gruppo lo studente acquisirà adeguati strumenti comunicativi per esprimersi utilizzando un linguaggio scientifico accurato ed appropriato.